Polizia provinciale modenese salva capriolo cucciolo

Un cucciolo di capriolo di appena
tre giorni e’ stato salvato ieri dagli agenti della Polizia provinciale di Modena in un campo nella zona di Pavullo, sull’Appennino modenese. L’animale era stato gravemente ferito dalla lama di un grosso tagliaerba e se non fosse stato soccorso non sarebbe sopravvissuto a lungo.

Il cucciolo ora sta bene e viene allattato dagli operatori del Centro soccorso animali di Modena. Era stato probabilmente lasciato temporaneamente solo dalla madre che lo aveva partorito da pochi giorni. Essendo stato toccato dall’uomo (per salvarlo i soccorritori non potevano fare diversamente) il cucciolo, se fosse stato liberato nella zona di ritrovamento, quasi certamente sarebbe rifiutato dalla madre, che non avrebbe riconosciuto il suo odore. Nei prossimi mesi, quindi, il piccolo capriolo sara’ allattato al Centro soccorso animali di via Nonantolana a Modena per poi essere liberato.


Un episodio analogo e’ accaduto, sempre ieri, a Fanano: un piccolo capriolo e’ stato trovato in un prato da alcuni cittadini. Anche questo secondo cucciolo e’ stato toccato, e quindi dovra’ essere accudito dal Centro di Modena. Un altro capriolo, questa volta adulto, e’ stato rintracciato sabato mattina a Sassuolo, nella zona di piazza Roverella nelle vicinanze della fontana del Palazzo Ducale in pieno centro.

L’animale, ferito a una zampa, e’ gia’ stato operato al Centro soccorso e sara’ liberato in una zona boscata di montagna nelle prossime settimane.