Val Dolo: camminata di inaugurazione

Camminata di inaugurazione dell’antica strada delle Scalelle in Val Dolo in programma domenica 29 maggio. L’iniziativa è organizzata dalla Provincia di Reggio Emilia, in collaborazione con il Club alpino italiano-sezione di Reggio Emilia, e il Comune di Villa Minozzo. L’antica strada verrà riaperta al pubblico come sentiero attrezzato, con il numero CAI 690.


La camminata, non impegnativa in termini altimetrici, si svolge lungo un percorso di grande suggestione e ancora poco conosciuto. Le Maestà che costellano le mulattiere, i nuclei rurali sparsi lungo il percorso, con i tipici porticati a tre luci, il recupero recente dell’ultima parte del sentiero, tra la fonte della Pila e la Torre dell’Amorotto, le altre torri matildiche di Gova e Gazzano, gli storici mulini, la ferrovia dismessa del tempo della Grande Guerra, fanno di questo tracciato una delle varianti più interessanti del Sentiero Matilde, la direttrice escursionistica che negli ultimi anni ha riscontrato un successo crescente.
La partenza è prevista a Gova e l’arrivo a Civago dopo circa 16 chilometri e cinque ore e mezza di cammino, con soste per il pranzo al sacco, “irrobustito” da assaggi gratuiti offerti dalle associazioni turistiche locali. La partenza in pullman è prevista alle ore 7 dal parcheggio di via Cecati a Reggio E.

Le iscrizioni si ricevono a Reggiogas. via don Minzoni 10, tel. 0522 431875, al CAI, viale dei Mille 32, tel. 0522 436685 , al CRAL del Comune di Reggio Emilia, via S. Pietro Martire 2/d, tel. 0522 456499. La quota di € 15 comprende viaggio in pullman, assicurazione e materiale informativo.


Specificatamente dedicata ai bambini è una camminata parallela, ma molto più corta (tre chilometri, da Gova a Morsiano e ritorno), facilitata dalla possibilità di cavalcare cinque asinelli con sella tipo “western” che, mansueti, daranno la possibilità a tutti i bambini di alternare tratti a dorso d’asino ai loro passi lungo il percorso. L’andatura tranquilla di questo animale da compagnia e da lavoro permetterà di provare l’emozione, anche per i più piccoli, del contatto con questo simpatico equino che per secoli è stato il principale mezzo di collegamento e di trasporto in montagna. Dopo la sosta per il pranzo ci sarà l’occasione per una originale animazione con letture di favole ispirate al fiume e alla natura. La partenza è prevista a Gova alle ore 10 e la quota di partecipazione è di 2 euro.