Carpi-Campogalliano: un’unica gestione del personale

Il Comune di Carpi, dal primo gennaio 2006, svolgerà funzioni in materia di direzione e amministrazione del personale per conto del Comune di Campogalliano.

Lo ha deciso il Consiglio comunale del 22 dicembre scorso approvando (con i voti favorevoli di Ds, Margherita, Pdci, Ltc e contrari di Rc, Fi, Udc e An) una delibera che, secondo l’assessore Carmelo Alberto D’Addese “non dovrebbe creare nessun problema sotto l’aspetto gestionale amministrativo-contabile e servirà a qualificare la nostra amministrazione nella prospettiva della futura Unione dei Comuni”.

La dirigente comunale Miriam Bulgarelli ha delineato le caratteristiche di questo atto, valido per tre anni e rinnovabile, che coinvolgerà in totale 80 dipendenti del Comune di Campogalliano più 20 non di ruolo e 20 collaboratori. A Carpi non verrà richiesto un servizio ma una funzione, e si andrà ad un graduale superamento delle differenze in nome della razionalizzazione. Il nostro ente locale, che incamererà una tariffa annuale, non prevede in merito nuove assunzioni mentre a Campogalliano diminuiranno da tre ad una le posizioni organizzative relative, senza però che questo significhi tagli di personale.