Sport, responsabilità sociale-bilancio sociale, convegno

Si svolge sabato 13 maggio, dalle 9.30 alle 13.30, nella Sala del Baraccanon del Quartiere Santo Stefano a Bologna, il convegno “Dalla responsabilità sociale al bilancio sociale: percorsi di rendicontazione nelle organizzazioni
sportive”, organizzato dal Settore Sport e Giovani del Comune di Bologna.


Alle 9.30 apre i lavori Adriana Scaramuzzino, vicesindaco e assessore alle Politiche sociali.
Dopo l’introduzione degli assessori allo Sport di Comune e Provincia Anna Patullo e Marco Strada, intervengono docenti universitari, rappresentanti
degli Enti di promozione sportiva e del Coni.
Modera Alberto Bortolotti, presidente Gruppo Emilia Romagna, Giornalisti sportivi.
Le conclusioni sono affidate a Edoardo Patriarca, portavoce nazionale Forum Permanente del Terzo Settore.

La prima sessione del convegno è dedicata al tema: Responsabilità sociale e bilancio sociale delle organizzazioni nello sport: riflessioni, principi
di riferimento, esperienze in atto.
La seconda sessione è dedicata al tema: La responsabilità sociale il processo di rendicontazione sociale nell’associazionismo sportivo.
La sperimentazione dei vari modelli di bilancio sociale costituiscono l’argomento principale del convegno.

L’iniziativa, rivolta a operatori, studiosi e dirigenti si pone la finalità di affrontare un tema ancora inesplorato all’interno del contesto sportivo
italiano. A fronte di un sempre più rapido mutamento dei sistemi organizzativi aziendali anche il mondo dello sport è sollecitato a
interrogarsi su quali devono essere gli strumenti, le prassi, le procedure migliori per essere competitivi sul fronte sportivo e gestionale, ma nello
stesso tempo a trasmettere agli atleti e a chi li circonda i valori di lealtà, socialità e partecipazione.
Quindi, oltre alla pratica sportiva, che è sempre quella più stimolante ed interessante, esistono altri importanti elementi che una qualsiasi
organizzazione sportiva deve tenere in considerazione e che concorrono ad avvicinare alla pratica “sportiva per tutti” l’eterogeneo universo di
praticanti ognuno secondo le proprie potenzialità. Sono tutti quegli aspetti, di natura fiscale, organizzativa e normativa, che vanno ad
incidere notevolmente sulle attuali organizzazioni dello Sport come il CONI, Federazioni, Enti di promozione, Associazioni e società sportive.