Sassuolo: precauzioni contro la zanzara tigre

Da alcuni anni il Servizio di Igiene Pubblica dell’Ausl di Sassuolo ha attivato il monitoraggio per rilevare la presenza di zanzara tigre (Aedes Albopictus) nel territorio comunale. Si tratta di una piccola zanzara (lunga meno di un centimetro), di colore scuro con striature bianche sul dorso e sulle zampe, originaria dell’Asia Orientale, introdotta presumibilmente nel nostro Paese attraverso il commercio internazionale di pneumatici usati, nei quali la femmina può deporre le uova.

Il Comune di Sassuolo ha attivato, nelle zone del territorio comunale dove è stata riscontrata la presenza di zanzara tigre, trattamenti di disinfestazione delle aree pubbliche, principalmente delle caditoie, con prodotti antilarvali di bassa tossicità per l’uomo e gli animali. Negli ultimi giorni sono pervenute ulteriori segnalazioni sulla presenza della zanzara tigre in diverse zone del territorio comunale.

Il Comune di Sassuolo, tramite la Sat, ha attivato ed attiverà nei prossimi giorni interventi mirati di disinfestazione al fine di contenere la diffusione dell’insetto. All’intervento del Comune sulle aree pubbliche deve affiancarsi la collaborazione di tutti i cittadini nell’adoperarsi ad eliminare tutti i potenziali microfocolai domestici.

Fino al 30 ottobre 2006, il Comune chiede ai cittadini di adottare alcune accortezze:
– evitare di tenere all’aperto contenitori di acqua stagnante;
– chiudere con coperchi a tenuta o con rete da zanzariera fissata e ben tesa gli eventuali serbatoi d’acqua;
– evitare l’abbandono definitivo o temporaneo negli spazi aperti pubblici e privati, compresi i terrazzi, di contenitori di qualsiasi natura e dimensione nei quali possa raccogliersi acqua piovana;
– sistemare tutti contenitori e altri materiali (es. teli di plastica) in modo da evitare la formazione di raccolte d’acqua in caso di pioggia;
– mantenere le aree libere da rifiuti o altri materiali che possano favorire il formarsi di raccolte d’acqua stagnanti;
– adottare tutti i provvedimenti per evitare il formarsi di raccolte d’acqua temporanea nello stoccaggio di materiali (es. copertoni) o collocandoli al coperto o se all’aperto, proteggendoli con teli impermeabili;
– effettuare la disinfestazione dei tombini e delle griglie di raccolta delle acque piovane presenti nei propri giardini e cortili con prodotti antilarvali preferibilmente a base di Bacillus Thuringensis Israeliensis (non tossico) da usare una volta ogni 7 giorni o, in alternativa, a base di Temephos – formulazione in pastiglie – (bassa tossicità), una volta ogni 15 giorni. I prodotti indicati possono essere acquistati in farmacia;
– assicurare nei riguardi dei materiali stoccati all’aperto, per i quali non siano applicabili questi provvedimenti, trattamenti di disinfestazione dei potenziali focolai larvali.
Queste indicazioni verranno diffuse anche tramite volantini sul territorio comunale.

Per ulteriori informazioni relative ai prodotti disinfestanti e al loro utilizzo, si prega di contattare il Servizio Igiene Pubblica dell’AUSL (tel 0536 863741 – 0536 863635).
Per altre informazioni: Ufficio Relazioni con il Pubblico (tel. 0536/1844801) e Servizio Tutela del Territorio (tel. 0536/1844779).