Due serpenti catturati al cimitero di Sorbara

Due serpenti sono stati catturati ieri all’interno del cimitero di di Sorbara di Bomporto. Si tratta di due biacchi lunghi oltre un metro e 20 centimetri assolutamente innocui avvistati da alcuni cittadini che hanno chiamato i Carabinieri i quali a loro volta hanno chiesto l’intervento dei volontari del centro fauna selvatica Il Pettirosso di Modena, specializzati nella cattura di animali selvatici.


Come sottolineano i volontari del Centro – che svolgono questa attività sulla base di una convenzione con la Provincia di Modena – i biacchi non solo sono innocui ma sono anche utili all’ambiente e all’equilibrio faunistico delle campagne.

Per questo motivi in caso di avvistamento in luoghi abitati come cortili o giardini è possibile rivolgersi al Centro per richiedere un intervento immediato ai numeri 339 8183676-339 3535192, oppure è possibile chiamare anche il servizio 118.

I serpenti recuperati a Sorbara sono stati liberati nelle campagne intorno alla sede del centro in via Nonantolana 1217 dove vengono ospitati e curati gli animali selvatici in difficoltà recuperati dai volontari.
Nei giorni scorsi sono stati liberati una ventina di serpenti, anche questi non velenosi e completamente inoffensivi, in gran parte colubri e biacchi, recuperati nei mesi scorsi in cortili o cantieri edili su segnalazione dei cittadini.

Attualmente nella sede del Centro sono ospitati e curati circa 500 animali, soprattutto uccelli rapaci, ricci, caprioli, tassi e istrici, in attesa di essere liberati nelle prossime settimane.

Al Centro soccorso operano una ventina di volontari e 15 veterinari che garantiscono tutte le cure e l’assistenza necessarie agli animali.