Ipotesi alternative al tracciato della ciclabile Bastiglia-Medolla

Uno studio per verificare un tracciato alternativo della pista ciclabile Bastiglia-Medolla rispetto a quello già previsto lungo l’ex ferrovia Modena-Mirandola. Lo sta effettuando la Provincia di Modena su sollecitazione – spiega Egidio Pagani, assessore provinciale alla Viabilità – dei sindaci di Bomporto, Cavezzo, Medolla e S.Prospero.

I sindaci, infatti, hanno chiesto di individuare un tracciato più vicino ai centri abitati rispetto a quello dell’ex ferrovia che attraversa la campagna. Entro il mese di settembre concluderemo tutte le verifiche tecniche e finanziare e incontreremo i sindaci per decidere.

La pista in questione completa il collegamento ciclabile Modena-Mirandola; si tratta, infatti, del tratto centrale, lungo circa 25 chilometri, da Bastiglia a Villafranca di Medolla, che si collega ai tratti già aperti da Modena a Bastiglia, ai due tratti che da Villafranca arrivano a S.Felice e a Mirandola, e al tratto S.Felice-Finale Emilia aperto di recente.

Come sottolinea Pagani “una volta scelto il tracciato realizzeremo in collaborazione con i Comuni un’opera che fa parte di un piano provinciale di potenziamento dei collegamenti ciclabili intercomunali per favorire la mobilità sostenibile e la sicurezza dei ciclisti”.

Il tratto in questione, nell’ipotesi individuata finora lungo il tracciato dell’ex ferrovia, ha un costo di oltre due milioni di euro.