Carpi: ciclo d’incontri per presentare il bilancio 2008

Prenderanno il via sabato 12 gennaio gli incontri organizzati dall’amministrazione comunale per presentare ai cittadini il Bilancio di previsione 2008 e il Piano degli Investimenti 2008-2010 dell’ente locale.

Gli incontri, tredici in tutto, e a cui parteciperanno a turno il sindaco Enrico Campedelli e i diversi componenti della Giunta, si svolgeranno sempre alle ore 21, ad esclusione di quelli organizzati per sabato 12 e sabato 19 gennaio, che avranno luogo invece alle ore 15. Nei giorni scorsi il Bilancio è stato presentato alle associazioni di categoria e alle organizzazioni sindacali. In Consiglio comunale l’esame del documento economico finanziario dell’amministrazione è invece previsto per il 23-24 gennaio prossimo.

Di seguito l’elenco dei luoghi nei quali si terranno gli incontri e i nomi dei componenti della Giunta comunale che saranno presenti agli stessi.

Sabato 12 gennaio ore 15
Cortile, Circolo Arci: Arletti/Allegretti
San Marino, Cinema Ariston: D’Addese/Caruso
Budrione, Circolo Rinascita: Valentini/Filippi
Carpi, Centro Gorizia: Bellelli/Rizzi

Lunedì 14 gennaio ore 21
Fossoli, Circolo La Fontana: Sindaco/Filippi
Migliarina, Circolo Arci: D’Addese/Rizzi
Carpi, Centro sociale Due Ponti: Bellelli/Caruso
Carpi, Circolo Guerzoni: Arletti/Valentini

Martedì 15 gennaio ore 21:
Santa Croce, Circolo Arci Arcobaleno: Caruso/Rizzi
Carpi, Circolo Losi: Filippi/Arletti

Venerdì 18 gennaio ore 21:
Carpi: Centro sociale Cibeno Pile, D’Addese/Rizzi
Carpi: Circolo Graziosi, Bellelli/Valentini

Sabato 19 gennaio ore 15:
Carpi: Sala Congressi, viale Peruzzi: Sindaco/Giunta.

Le linee principali del bilancio 2008
Nessun aumento della tassazione locale; nuovi investimenti a favore del rilancio del centro e delle bellezze storiche ed architettoniche della città, per migliorare la viabilità e garantire l’alto livello di prestazioni offerte da scuole e servizi sociali. Queste in estrema sintesi le linee principali del Bilancio 2008 e del Piano degli investimenti 2008-2010 del Comune di Carpi, che verrà presentato ai cittadini nei prossimi giorni (vedi nota n.11) e il 23 e 24 gennaio affronterà invece l’esame del Consiglio comunale.

“Abbiamo razionalizzato la spesa – spiega il primo cittadino Enrico Campedelli – intervenendo con il cesello per tagliare alcune voci di bilancio senza però ridurre i servizi a favore di una città che cresce e che sfiora ormai i 66 mila abitanti: rette e tariffe dei servizi a domanda individuale aumenteranno infatti in media del 2 per cento, il tasso d’inflazione. Il Bilancio 2008 non prevede poi aumenti dell’Ici (ora al 4,6 per mille, cresce al 7 per mille solo quella dovuta per abitazioni cedute in comodato d’uso gratuito dai genitori ai figli, ndr.) o Irpef”.
Il Sindaco ricorda poi come sia innegabile che la nostra città ed il nostro distretto nell’ultimo periodo abbiano dato segnali importanti sia sul versante sociale che economico.

“Abbiamo la sensazione, e gli indicatori lo confermano, di una seppur limitata ripresa dell’economia del nostro distretto che ci pone di fronte importanti considerazioni sul futuro. In questo contesto la crescita quantitativa della città, che ospita ormai un 10% di residenti stranieri, deve rappresentare uno stimolo per andare oltre. Rispetto all’immigrazione dobbiamo continuare a lavorare su politiche di integrazione, con una particolare attenzione a diritti e doveri che sono patrimonio di ogni cittadino ma nel fermo rispetto delle regole: senza di questo vengono penalizzati i diritti e si rischia di mettere in crisi quell’elemento di coesione e comunità che è il tratto caratteristico di Carpi e che non è venuto meno in questi anni”.

Per mantenere un alto livello dei servizi di welfare è prevista nell’anno che è appena iniziato l’apertura di nuove sezioni di scuola dell’infanzia oltre a 22 posti in più per gli anziani grazie alla sopraelevazione della casa protetta Il Carpine. L’inaugurazione il 15 marzo prossimo di Palazzo Pio, restaurato e restituito alla città dopo oltre 10 anni, è sicuramente l’appuntamento più importante del 2008 per Carpi: senza dimenticare che nei prossimi mesi si terranno in città anche le celebrazioni per il centenario di Dorando Pietri ed avrà luogo l’arrivo del Giro d’Italia. In primavera inoltre si prevede di aprire una mostra delle opere della Collezione Severi di cui si sta trattando l’acquisto grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi. A inizio giugno infine una novità: un premio internazionale sulle colonne sonore intitolato alla memoria del maestro Carlo Rustichelli. Monicelli, Morricone e Baudo saranno nella giuria.
Campedelli indica poi tra gli altri temi su cui lavorare nel 2008 l’unificazione tra Citer e Carpiformazione a favore dell’imprenditoria locale, l’inizio della riqualificazione di corso Fanti e corso Cabassi e il restauro della ex Sinagoga che diventerà sede della Fondazione ex Campo Fossoli, oltre al progetto della Fondazione Alberto Pio per il quale sono giunte disponibilità da Cmb e diversi soggetti privati: senza dimenticare i lavori che consentiranno di allargare via Cavata fino a via Griduzza e la gestione della Biblioteca multimediale Loria.

61,4 milioni di euro: a tanto ammonta la manovra complessiva del Comune di Carpi per il 2008:

spiccano tra le maggiori spese quelle per la cultura (+23%, ma qui è compreso l’intervento per la Biblioteca multimediale Loria ormai a regime e per i rinnovati Musei di Palazzo Pio) e per il personale (dovute tra l’altro alla stabilizzazione di diversi contratti a termine e a nuovi ingressi nella Polizia locale e tra gli educatori, bloccati invece gli incarichi esterni). Politiche culturali, Pubblica istruzione e Politiche sociali rappresentano i due terzi della manovra. Rispetto al 2007 l’aumento di spese ed entrate è del 2,8%.
Nel documento contabile sono iscritti minori introiti da contravvenzioni (per il trasferimento all’Unione Terre d’argine della Polizia locale) e da concessioni edilizie, e una lieve riduzione nei trasferimenti statali e regionali.Gli introiti Ici sono previsti invece in aumento di 1 milione di euro a causa dell’abolizione delle agevolazioni per i fabbricati in comodato d’uso gratuito (l’aliquota passa qui dal 4.6 per mille, una delle più basse in regione, al 7 per mille). “Per l’Ici prima casa, grazie a questo aumento e alle detrazioni previste dalla Finanziaria – spiega l’assessore al Bilancio Alberto Allegretti – i carpigiani spenderanno però 1,65 milioni di euro in meno”.

Nel Piano triennale dei Lavori pubblici, quasi 80 milioni di euro, 13 sono previsti per opere di viabilità, 14 per la scuola, 11 per il patrimonio storico artistico, 10 per il centro storico. 11 di questi verranno dai Boc e altrettanti da oneri di urbanizzazione e contributi pubblici o privati: il resto da mezzi propri dell’amministrazione.
Vediamo in breve alcuni degli interventi previsti: via Cavata verrà allargata fino a via Griduzza (1,5 milioni la spesa, lavori nel 2008, mentre 600 mila nel 2009 serviranno a fare lo stesso in via Griduzza): nel campo della viabilità prevista la sistemazione degli svincoli dell’A 22, il rifacimento e allargamento di via dell’Industria (3,5 milioni nel 2010), e la costruzione nei prossimi mesi di un parcheggio a due livelli nel piazzale della Meridiana (800 mila euro): previsti anche un sottopasso ferroviario in via Due Ponti (1 milione e mezzo di euro la spesa nel 2009), e una pista ciclabile nel quartiere omonimo (1,6 milioni, da realizzarsi nel 2008): nel campo del patrimonio storico-monumentale il prossimo anno si interverrà nel restauro degli affreschi del Tempio di S.Nicolò, e nell’ex Teatro del Vigarani per estendere qui gli spazi del Castello dei Ragazzi (4,4 milioni di investimento nel triennio).

In programma pure il restauro delle cosiddette stanze del Vescovo di Palazzo dei Pio (stanziati 1,8 milioni nel triennio 2008-2010).
La riqualificazione di corso Fanti e corso Cabassi farà spendere 4 milioni di euro (3 dei quali rappresentano il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Carpi), mentre la costruzione di nuovi alloggi Erp 2,1 milioni nei prossimi due anni: la nuova scuola media con palestra che sorgerà a Cibeno prevede un esborso di 6,5 milioni tra 2009 e 2010, la nuova scuola elementare di S.Croce 2,5 nel 2009 e la nuova scuola d’infanzia a Cibeno 2 milioni quest’anno, mentre per l’incarico di progettazione della nuova sede comunale sono 2,6 i milioni investiti per il prossimo triennio.
“Per finanziare le opere previste nel Piano degli Investimenti del Comune, 27 milioni per il 2008 – conclude Allegretti – l’amministrazione d’intesa con i soci dell’azienda multiservizi prevede la cessione del 25% delle azioni in suo possesso di Aimag spa, il che consentirebbe al Municipio di incassare 9-10 milioni di euro da mettere a disposizione. Rimane comunque il nostro giudizio negativo nei confronti di un Governo che non favorisce le autonomie locali e non sviluppa un vero processo di federalismo fiscale ormai irrinunciabile: questo pur apprezzando la Finanziaria 2008 in tema di interventi a favore delle famiglie e delle fasce più deboli oltre che da essa previsti per la riduzione delle imposte a carico delle imprese e per il pacchetto-casa”.