Il Comune di Fiorano chiede a Emilceramica la disponibilità a trovare una soluzione positiva per i 29 lavoratori minacciati di licenziamento

I 29 licenziamenti annunciati da Emilceramica rappresentano una situazione nuova e inaspettata, mentre si è concluso il percorso lungo, difficile e aspro che ha impegnato l’azienda, i sindacati e le istituzioni negli ultimi mesi.

Non si capisce perché non si riescano a trovare soluzioni positive per questi 29 lavoratori, vista la disponibilità dei sindacati all’utilizzo degli ammortizzatori sociali, chiedendo in cambio, legittimamente e doverosamente, un piano industriale che chiarisca le prospettive per il futuro.

E’ una situazione che rischia di isolare Emilceramica e di inasprire le relazioni sindacali, perché sarebbe il primo caso, in provincia di Modena, di un mancato accordo, con grave danno all’immagine e alla credibilità di un marchio che invece, fino ad oggi, si è conquistato un ruolo leader nel settore. E’ una situazione della quale non ha certamente bisogno l’azienda e non ne ha bisogno il distretto, perché, al contrario, tutte le forze e le energie devono essere in campo per superare l’attuale difficile situazione.

Per questo l’Amministrazione Comunale di Fiorano intende parlare alla proprietà di Emilceramica per fare chiarezza sulle cause che hanno determinato questa nuova ondata di licenziamenti e per contribuire a trovare gli spazi per arrivare al loro superamento.