Dalla partnership tra Weflex e Infolog il progetto di automazione del centro logistico di Emilceramica

Emilceramica storico e importante nome dell’industria ceramica italiana ha affidato a Weflex il progetto di riorganizzazione del proprio centro logistico di Fiorano Modenese attraverso l’integrazione della tecnologia Track+Race della ditta tedesca Indyon (di cui Weflex è esclusivista per l’Italia) e il WMS INTELLIMAG di Infolog. Weflex è anche partner per l’outsourcing di risorse e processi logistici dell’azienda di Fiorano Modenese. Si tratta della più grande e completa realizzazione Track+Race fino ad oggi mai ottenuta.

Grazie alla tecnologia Track+Race e all’utilizzo del WMS INTELLIMAG di Infolog la gestione della logistica di Emilceramica è stata completamente automatizzata: il sistema infatti diversamente da quelli tradizionali, che prevedono l’imputazione di ogni spostamento con sistema di lettura ottica, permette l’individuazione e tracciabilità delle merci in modo automatico nelle tre dimensioni. In questo modo si riducono sia i tempi di movimentazione, sia la possibilità dell’errore umano. Per la realizzazione del progetto del centro logistico Emilceramica di Fiorano Modenese si è provveduto alla mappatura dell’intero sito attraverso l’inserimento di TAG RFID nel suolo dei piazzali e delle aree coperte per complessivi 17 mila transponder. La rete Wi fi è stata implementata con 102 access point e 6 Km di fibra ottica. Tutti i processi logistici, dal versamento produzione, ricevimento da fornitore, stivaggio, preparazione, spedizione, gestione campioni e gestione conto lavoro, sono stati mappati all’interno del WMS, warehouse management system di Infolog.

Il picking si svolge in aree attrezzate con video touch screen, dove gli operatori eseguono la preparazione degli ordini in modo guidato e controllato dal sistema WMS.

Il progetto di automazione del polo logistico di Emilceramica è nato dalla necessità di superare le criticità ormai evidenti della tradizionale gestione del magazzino: soprattutto un aumento delle “code” (cioè i bancali non interi) causate dalla presenza di diversi ordini di piccola entità. Inoltre, la presenza di 40 carrelli elevatori in un’area molto vasta rendeva difficile il tracciamento dell’esatta posizione non solo dei singoli bancali di merce ma dei carrelli stessi impedendone l‘ottimizzazione.

Anche la mancanza di indicatori di misurazione del lavoro, e la conseguente difficoltà nella stima precisa delle singole attività di magazzino, appesantivano la gestione della logistica.

A poche settimane dallo start up, nello scorso mese di aprile, molti dei risultati attesi si  sono concretizzati. Come illustra Massimiliano Bartolozzi, It & Supply Chain Manager di Emilceramica “L’introduzione della tecnologia Track+Race, in aggiunta all’implementazione di un software WMS ed alla revisione del layout del magazzino nonché dei processi di preparazione e spedizione, hanno dato vita al progetto Domino che ha portato i seguenti vantaggi operativi: incremento della capacità preparatoria (+20%), precisione assoluta nella localizzazione del materiale a magazzino, sia esso stoccato su piazzale, scaffali o sulle forche del muletto, eliminazione totale del flusso cartaceo di documenti e della necessità di inventari fisici completi, che vengono sostituiti da randomchecks e cycle counting. Ancora, possibilità di utilizzare indicatori di performance specifici per la misurazione della produttività del magazzino, riduzione della frammentazione degli stock tra il 6 ed il 20%, possibilità di comporre un ordine utilizzando più di un carrellista o di comporre più ordini simultaneamente, quindi possibilità di pianificare la produzione del magazzino, controllo totale della movimentazione di magazzino. Senza tralasciare, inoltre, il miglioramento delle condizioni di lavoro degli addetti, oltre al miglioramento del servizio clienti ed una più incisiva collaborazione tra magazzino e ufficio commerciale”.

“L’obiettivo di Weflex è da sempre la ricerca di soluzioni innovative” sottolinea Alessandro Fiori, Presidente di Weflex “da anni il nostro core business sono le applicazioni che fanno uso di tecnologie RFID”. Una scelta, quella di Track+Race, in grado di “ridurre i costi di movimentazione interna di magazzino e di garantire maggiori performance e accuratezza”. Track+Race si candida a innovare il mondo della logistica, come spiega Fiori, “perchè il controllo certo dell’ubicazione della merce in magazzino è un requisito di ogni magazzino performante”.

Il sistema, che è già in utilizzo in aziende di settori diversi, offre grandi potenzialità. Per esempio, spiega Fiori, “nei casi di aziende dove siano presenti merci stoccate in catasta movimentate con carrelli elevatori. Per questo stiamo concentrando le nostre iniziative commerciali nel settore dell’agroalimentare, e della frutta in particolare oltre che chiaramente nel comparto ceramico”, conclude il presidente di Weflex.