Ospedale Sassuolo: da inizio anno eseguiti oltre 170 interventi dall’equipe guidata dal responsabile Massimo Pinelli

Sta dando frutti decisamente positivi l’arrivo presso l’Ospedale di Sassuolo Spa del dottor Massimo Pinelli, responsabile dell’Unità Operativa di Chirurgia plastica e ricostruttiva. A Sassuolo dall’inizio dell’anno, sino ad oggi, coadiuvato dalla sua equipe o in collaborazione con altre strutture del territorio, ha già eseguito circa 140 interventi riguardanti la chirurgia ricostruttiva ai quali si aggiungono una trentina di operazioni che rientrano nell’ambito della chirurgia estetica. Due le grandi aree nelle quali si concentrano gli interventi di ricostruzione: per ridurre le conseguenze a seguito dell’asportazione di tumori o gli esiti di gravi traumi.

Dal punto di vista numerico, a prevalere sono gli interventi di chirurgia che riguardano la ricostruzione mammaria, ma la natura e la complessità delle operazioni eseguite da Massimo Pinelli è molto varia; due esempi sono la ricostruzione, dopo l’asportazione per la presenza di tumori, dell’apparato genitale femminile e la ricostruzione di arti, in diversi casi eseguita adottando tecniche di microchirurgia.

“Questi ultimi rappresentano la punta più avanzata nel campo delle chirurgia ricostruttiva. Di recente, mettendo in campo una collaborazione decisamente proficua, con gli specialisti del Nuovo Ospedale Civile S. Agostino Estense abbiamo contribuito alla ricostruzione di un piede che era stato gravemente danneggiato a seguito di un incidente stradale” sottolinea il responsabile di Chirurgia plastica e ricostruttiva dell’Ospedale di Sassuolo.

Il dottor Massimo Pinelli, modenese di nascita e di formazione, ha solo 44 anni, ma vanta già una notevole esperienza: si è formato presso la Facoltà di Medicina della nostra città, specializzandosi prima in ortopedia e traumatologia poi, a Parma, in chirurgia ricostruttiva ed ha quindi lavorato presso il Policlinico di Modena per diversi anni, prima di arrivare a gennaio a Sassuolo.

“L’inserimento di Massimo Pinelli, del quale da subito ho apprezzato sensibilità e umanità, va a qualificare ulteriormente l’offerta che il nostro Ospedale può garantire al territorio e conferma che la struttura è in grado attrarre professionisti di elevato spessore. Aggiungo inoltre che la sua presenza va a rafforzare la collaborazione con l’intera sanità modenese, valorizzando l’integrazione con il sistema provinciale” ha aggiunto il dottor Anselmo Campagna, direttore del Nuovo Ospedale Civile di Sassuolo, sottolineando come stia ben funzionando l’inserimento di Pinelli.

Scheda dell’Unità Operativa di Chirurgia Plastica e Ricostruttiva

L’unità si occupa sia di interventi di carattere ricostruttivo (es. ricostruzione mammaria post-mastectomia, ricostruzioni del volto post-traumatica, etc.) volti a ripristinare una condizione di integrità fisica preesistente gravemente danneggiata da eventi di natura diversi, che interventi estetici (es. rinoplastica estetica, otoplastica, lifting, mastoplastica additiva, etc..) il cui fine è di eliminare o migliorare imperfezioni fisiche naturali, anche modeste, ritenute dal paziente gravemente pregiudizievoli della sua sfera affettiva.

Obiettivo principale dell’Unità Operativa di Chirurgia Plastica e Ricostruttiva è quello di rispondere nel modo più preciso e personale possibile alle esigenze che ogni singolo caso richieda in modo che il paziente possa ottenere il miglior risultato finale in termini di recupero funzionale e stabilità nel tempo.

Trattamenti in ambito ricostruttivo

MAMMELLA

Ricostruzione mammaria dopo asportazione totale (mastectomia) o parziale (quadrantectomia) per motivi oncologici; riduzione del volume mammario (mastoplastica riduttiva) quando tale volume è tale da determinare problematiche funzionali; trattamento delle malformazioni mammarie (asimmetrie, seno tuberoso, seno tubulare, etc); trattamento della ginecomastia (sviluppo delle mammelle nell’uomo)

VOLTO

Trattamento funzionale di esiti traumi (incidenti stradali, ustioni, esiti interventi chirurgici, etc) in particolare della regione peri-oculare (cicatrici palpebrali con alterazioni funzionali), peribuccale (vicino alla bocca); asportazione di neoplasie dei tessuti molli del volto e del collo e ricostruzione plastica attraverso un percorso di selezione dei casi in collaborazione con la struttura di Chirurgia Dermatologica

ARTI

Trattamento cicatrici post-incidenti stradali, post-ustione o interventi chirurgici; trattamento ulcere arti inferiori; asportazione di neoplasie dei tessuti molli e ricostruzione plastica attraverso un percorso di selezione dei casi in collaborazione con la struttura di Chirurgia Dermatologica; trattamento delle patologie dei tessuti molli della mano (tunnel carpale, dita scatto, cisti tendinee ed articolari, Dupuytren ovvero patologia a carico della mano caratterizzata dalla flessione progressiva e permanente di uno o più dita, sindattilie)

Interventi di Chirurgia Plastica Estetica

MAMMELLA

Mastoplastica additiva estetica; mastoplastica riduttiva; mastopessi

VOLTO

Correzione cicatrici; correzione solchi e avvallamenti (lipofilling); blefaroplastica superiore; blefaroplastica inferiore; otoplastica; lifting del sopracciglio; lifting cervico-facciale

ARTI SUPERIORI

Lifting-braccia (brachioplastica); lipoaspirazione delle braccia; trattamento estetico di cicatrici; Iper-sudorazione delle ascelle e delle mani (tossina Botulinica); ringiovanimento cute dorso mano (lipofilling)

ARTI INFERIORI

Lifting delle cosce; lipoaspirazione dell’interno ginocchia, cosce; correzione cicatrici ed avvallamenti (lipofilling)

ADDOME

Addominoplastica; lipoaspirazione fianchi e addome