Barbolini e Bastico (PD): “visita Schifani occasione per evidenziare i problemi ancora aperti”

Ulteriori finanziamenti per compensare il complesso dei danni, la fiscalità di vantaggio, lo sblocco del Patto di stabilità per i Comuni del cratere e meccanismi di rateizzazione e alleggerimento del carico fiscale per le persone fisiche oltre che per le aziende: la visita del presidente del Senato Schifani è stata l’occasione per stilare un bilancio dei risultati, ma soprattutto per evidenziare i problemi ancora aperti per le aree colpite dal sisma. La nota congiunta dei senatori Pd Giuliano Barbolini e Mariangela Bastico:

«La visita del presidente del Senato Schifani, nell’incontro tenutosi stamane presso la Prefettura, con le autorità, i presidenti di Regione e Provincia Errani e Sabattini, e i sindaci dei Comuni, ha offerto un’utile sede per stilare un bilancio del lavoro e dei risultati, indubitabilmente importanti, fin qui raggiunti per l’avvio della ricostruzione e la ripresa delle attività, grazie all’impegno corale profuso dalle comunità più direttamente colpite. Ma è stato anche il luogo in cui evidenziare i problemi ancora aperti, a partire dalla necessità di trovare gli ulteriori finanziamenti necessari a compensare l’intero ammontare dei danni, e che proprio il lavoro parlamentare dovrà cercare di portare a soluzione, in accordo col Governo. Insieme all’esigenza di rafforzare, sotto il profilo delle dotazioni finanziarie effettivamente spendibili, le disposizioni sulla fiscalità di vantaggio previste nel decreto Sviluppo indirizzate a sostenere, tramite il credito d’imposta, l’innovazione delle imprese e l’assunzione di figure professionali di qualità, oltre ad assicurare lo sblocco del Patto di stabilità per i Comuni del cratere anche per tutto il 2013. Infine, ma di fondamentale importanza, per ampliare la portata dei provvedimenti, pur importanti, adottati in materia fiscale dal Governo, su impulso delle Regioni, nei riguardi delle aziende, col decreto legge del 10 ottobre 2012, n. 174, introducendo ulteriori meccanismi di rateizzazione e alleggerimento del carico fiscale anche per le persone fisiche, specie con i redditi più bassi».