Poviglio: “Caruggi si nasce”, spettacolo teatrale-musicale della “Compagnia dei Delirici” di Bologna

La Fiera di Primavera di Poviglio si appresta alla sua conclusione, sabato 4 maggio, con un appuntamento da non perdere: “Caruggi si nasce”, lo spettacolo teatrale e musicale interpretato dalla “Compagnia dei Delirici” di Bologna.

Lo spettacolo, patrocinato dal Comune di Poviglio, avrà inizio alle ore 21.00 presso il Centro del Volontariato Kaleidos: il ricavato della serata sarà devoluto a favore del Day Hospital Oncologico di Guastalla.

Bruno, Mario il Rosso e il Bocia, la Nuccia, il Francese, Paoluzzo e il Dria… Un giorno al Bar della Foce, cullati dal profumo e dal suono delle azzurre onde del Mediterraneo…

Storie di vita dei caruggi candide e rabbiose, in rime alternate e baciate, vita e musica. Di Fabrizio De Andrè.

De Andrè diceva: “nella mia vita ho dimostrato di avere ben poche idee, ma in compenso fisse. E queste idee possono essere concentrate in due grandi temi: l’amore e la libertà.”

Ecco: questi due temi abbiamo ripreso, considerandoli la base per il nostro spettacolo di teatro-canzone, che diventa così una specie di album-concept doppio.

Il primo tempo ha per tema l’Amore nelle sue forme più ampie, l’Amor sacro (Le acciughe fanno il pallone) e l’Amor profano (Bocca di Rosa, Via del campo), l’Amore per gli ultimi, i diseredati (La città vecchia, La cattiva strada), l’Amore per la vita (Vorrei comprare una strada). Il secondo tempo ha per tema la Libertà (Se ti tagliassero a pezzetti è appunto interamente dedicata a questo tema), anche alla libertà “rubata” (quattro mesi all’Hotel Supramonte) e poi alla libertà “politica” con La bella che guarda il mare, Nella mia ora di libertà, Il gorilla.

E infine abbiamo pensato di raccontare questa storia dall’interno di un bar, “Il Bar della Foce” (nome di fantasia, ma luogo assolutamente storico), dove i personaggi delle canzoni o della vita di Faber – il ladro, il contrabbandiere, la puttana, il pescatore, l’uomo che un giorno lo rapirà – raccontano la loro vita aspra e forte, perché tutti loro sono nati nei vicoli scuri, nei caruggi. Perché caruggi si nasce.