Cucina montanara, porcini, musica e bancarelle nel week end di Villa Minozzo

Festa-Cinghiale-repertorioSarà un fine settimana in cui la tradizionale ospitalità montanara troverà la sua massima espressione nella Fiera d’autunno e nella Festa del cinghiale, che “animeranno il capoluogo – rilevano gli organizzatori – anche grazie alla partecipazione di migliaia di visitatori”.

Il “taglio del nastro” avverrà questa sera (venerdì 1 novembre), alle 19, nel palazzetto dello sport, con l’ormai tradizionale evento dedicato al prelibato ungulato, che “propone – si continua – una cena a base di piatti tipici della nostra montagna, con cinghiale e funghi porcini, cui faranno seguito, fino a notte, intrattenimenti musicali e danzanti”.

Il programma della diciassettesima edizione della Festa del cinghiale, organizzata dalla locale Associazione sportiva dilettantistica in collaborazione con il Comune, prevede anche per la serata di domani (sabato 2 novembre) cena montanara, musica dal vivo e animazione.

“Domenica, invece – sottolineano i promotori – che sarà pure la giornata dedicata alla Fiera d’autunno, la festa sarà caratterizzata dal pranzo con cinghiale, porcini e torte caserecce. Durante tutta la manifestazione saranno in funzione stand di prodotti tipici”.

La fiera domenicale, infine, che si snoderà, da mattina a sera, sempre nell’area circostante gli impianti sportivi, sarà “arricchita, fra l’altro – si conclude – da specialità della nostra terra e da bancarelle dell’arte e dell’ingegno, con dipinti, ceramiche, lavorazione del legno, bigiotteria, pelletteria, maglieria e tessuti ricamati”.