20enne denunciato per ricettazione a Reggio Emilia

foto-refurtivaNel pomeriggio di mercoledì scorso una pattuglia della Squadra Mobile, nel transitare in Viale Risorgimento, ha notato un giovane dal fare sospetto in sella ad una bici tipo mountain bike marca Cannondale. Gli Agenti lo fermavano per un controllo. Il giovane, palesemente preoccupato, raccontava ai due investigatori che il costoso velocipede sul quale viaggiava non era di sua proprietà, lo aveva ricevuto poco prima da un cittadino extracomunitario davanti alla stazione centrale di Reggio Emilia. Il giovane continuava nel suo racconto riferendo ancora che lo stesso extracomunitario (del quale riferiva solo il presunto nome di battesimo), gli aveva affidato anche 2 iPhone 5S e 1 iPad da 32 Gb che mostrava agli Agenti tirandoli fuori dallo zainetto che aveva con sé. Concludeva la sua storia dichiarando che la merce di dubbia provenienza di cui era in possesso gli era stata affidata dall’extracomunitario con l’incarico di piazzarla sul “mercato” per poi ripartirne i guadagni tra di loro. C. Y., 20enne di origini africane ma cittadino italiano, residente a Reggio Emilia, veniva denunciato in stato di libertà per avere detenuto apparecchiature elettroniche e una bici di sospetta provenienza furtiva. Il materiale rinvenuto è stato sequestrato. Sulla vicenda continuano le indagini della Squadra Mobile.