Alberto Zambianchi al vertice di Unioncamere Emilia-Romagna

Alberto-ZambianchiL’Unione Regionale delle Camere di commercio dell’Emilia-Romagna ha un nuovo presidente, Alberto Zambianchi, che è stato eletto in occasione della riunione odierna del Consiglio. Succede a Maurizio Torreggiani che ha lasciato l’incarico. 

Zambianchi è presidente della Camera di Commercio di Forlì-Cesena dal 2010, dove è stato confermato per il secondo mandato nel 2013. Era, fino a oggi, vicepresidente vicario di Unioncamere Emilia-Romagna.  Zambianchi prende quindi il timone dell’ Unioncamere regionale, l’associazione che cura e rappresenta gli interessi delle nove Camere di Commercio del territorio promuovendo l’esercizio associato di funzioni, servizi e competenze per gli obiettivi comuni oltre ad assicurare il coordinamento dei rapporti con la Regione.

La Giunta di Unioncamere ER ha nominato come vice presidenti Giorgio Tabellini (vicario) presidente della Camera di commercio di Bologna e Andrea Zanlari, numero uno della Camera di commercio di Parma già presidente dell’Unioncamere regionale dal 2003 al 2011.

“Ringrazio tutti i componenti del Consiglio per la stima e la fiducia che mi hanno accordato in un momento così complesso per la nostra economia – ha detto il neo presidente Zambianchi – Mi farò portatore delle istanze di ogni Camera e di ogni categoria settoriale e professionale, in una logica di fattiva e concreta collaborazione. Con i colleghi della Giunta di Unioncamere Emilia-Romagna ci impegneremo per supportare in modo fattivo le imprese che stanno, tra tante difficoltà, fronteggiando una situazione senza precedenti. In questo momento, rivolgo un ringraziamento particolare al mio predecessore,  con cui sono sempre intercorsi buoni rapporti”.

Zambianchi potrà contare, nel suo impegno, insieme agli altri amministratori di Unioncamere, sul segretario generale, Claudio Pasini e sullo staff operativo nella sede di via Aldo Moro a Bologna.

Alberto Zambianchi, nato a Forlì il 18 agosto 1951, laureato in Giurisprudenza, è il tredicesimo presidente di Unioncamere Emilia-Romagna dalla sua fondazione nel 1965.

E’ il terzo presidente forlivese alla guida, dopo Lorenzo Cappelli (1975-1976) e Roberto Pinza (1986-1991).

Zambianchi ha rivestito diversi ruoli all’interno dell’Associazione degli Industriali della provincia di Forlì fino alla direzione (dal 1986 al 2011, anno in cui andò in pensione).

Vi sono altri incarichi che testimoniano il suo impegno nel mondo dell’economia e delle imprese: oltre che presidente della Camera di commercio di Forlì-Cesena e della sua azienda speciale C.I.S.E., è membro del Comitato Esecutivo di Unioncamere Nazionale e del Consiglio di amministrazione di Uniontrasporti. E’ inoltre presidente di SER.IN.AR e membro del Consiglio d’Amministrazione di RINNOVA e della Filiale Provinciale della Banca d’Italia.