Il Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Modena organizza un seminario su Bitcoin e sistema Blockchain

computer_tastieraCreata nel 2009 da Satoshi Nakamoto il Bitcoin è una moneta elettronica, nata su Internet e stampata via pc, che viene controllata e scambiata interamente e solamente da computer e server sparsi nel mondo. Non esiste una Zecca o una Banca centrale, ma solo un lungo indirizzo generato da computer collegati in rete che eseguono complesse operazioni matematiche. La moneta è contabilizzata infatti su Blockchain, un database basato su un algoritmo distribuito tra i nodi della rete, i quali tengono traccia delle transazioni. Gli aspetti funzionali vengono gestiti con i criteri della crittografia.

In altre parole, Blockchain è il libro contabile in cui sono registrate tutte le transazioni fatte in Bitcoin dal 2009 ad oggi, un sistema di verifica aperto che non ha bisogno del benestare delle banche per effettuare una transazione. Oltre a questo Blockchain è, a tutti gli effetti, una forma di registro decentrato e sovranazionale che potrebbe essere utilizzato per altri innumerevoli scopi come, ad esempio, archivio per enti notarili e per il catasto o, a livello finanziario, con le dovute modifiche, per l’aggiornamento reale degli scambi in Borsa.

L’utilizzo dei Bitcoin e il sistema Blockchain saranno il tema al centro del seminario organizzato dal Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Modena per oggi –  lunedì 20 giugno – alle ore 17 presso la sede di Confindustria Modena, in via Bellinzona 27/A.

Obiettivo dell’incontro è fare una prima analisi di questo nuovo modello economico di pagamento e studiarne le future applicazioni sia per la società sia per l’industria.

Relatore del seminario è Gabriele Domenichini, presidente di AssoB.IT, l’associazione senza scopo di lucro nata con l’obiettivo di promuovere la crescita e la diffusione delle tecnologie Blockchain.

L’incontro è aperto al pubblico.