Home Lavoro Ferrari, premio di 5 mila euro ai dipendenti: il commento dei sindacati

Ferrari, premio di 5 mila euro ai dipendenti: il commento dei sindacati

«Un premio per i lavoratori è sempre una buona notizia, così come sono buone notizie anche le numerose stabilizzazioni di lavoratori ottenute grazie alla stipula del contratto integrativo aziendale». Il segretario generale della Fim Cisl Emilia Centrale Giorgio Uriti commenta così la comunicazione che i lavoratori Ferrari riceveranno a gennaio un premio “eccezionale” di 5 mila euro deciso dalla direzione aziendale grazie agli ottimi risultati economici e produttivi conseguiti dalla Ferrari nel 2016.

«È l’ennesima conferma del valore umano e professionale dei dipendenti Ferrari e la dimostrazione che le scelte sindacali compiute insieme all’azienda in questi anni producono benefici per i lavoratori – afferma Uriti – Visto che i brillanti dati economici hanno spinto l’azienda a erogare il premio straordinario, ci aspettiamo un risultato molto positivo anche sul versante del premio di competitività aziendale, che ha puntato forte su un indicatore economico puro, associato a parametri produttivi e qualitativi aziendali in termini di autovetture prodotte. La Fim Cisl – prosegue Uriti – conosce bene la differenza tra un premio di erogazione aziendale e un premio contrattato con il sindacato. Proprio per questo rimarca i risultati ottenuti attraverso la firma del contratto collettivo integrativo aziendale, che ai lavoratori Ferrari ha portato stabilizzazioni e un premio che, a regime, supererà in modo significativo i 5 mila euro». Anche Ferdinando Uliano, componente della segreteria nazionale Fim Cisl e responsabile del settore auto, giudica positivamente le comunicazioni aziendali sulle stabilizzazioni dei lavoratori. «Quando si confermano e aumentano gli occupati, quando l’azienda aggiunge un’erogazione straordinaria, oltre all’ottimo premio di risultato ottenuto con il contratto aziendale, abbiamo la dimostrazione che la strada intrapresa è quella giusta, smentendo chi – conclude il segretario Fim Cisl – dava giudizi negativi sullo spin-off Ferrari da Fca».

***

“Il Presidente della Ferrari Sergio Marchionne, ha annunciato, a fronte dei risultati conseguiti, una erogazione liberale di 5000,00€ ; sono una bella cifra e un bel riconoscimento per chi ha lavorato tutto un anno con grande intensità producendo vetture straordinarie e risultati economici straordinari. Il progetto di crescita costante, sul quale non pochi all’inizio avevano espresso dubbi, ha prodotto già nel primo anno ottimi risultati”, così Alberto Zanetti della Uilm-Uil Modena.

“I lavoratori della Ferrari possono sommare nel 2016 un premio di competitività contrattuale e liberalità con un risultato prossimo ai 10000€

Come organizzazione e come delegati di fabbrica ci abbiamo sempre creduto; ora siamo orgogliosi che ciò che avevamo auspicato si sia realizzato. Le condizioni contrattate con l’Impresa hanno favorito il consolidarsi di un centinaio di posti di lavoro a tempo indeterminato, di una crescita di volumi, di redditività  e di investimenti tale da permettere le condizioni per realizzare le migliori aspettative dei lavoratori.

Auspichiamo che nel prossimo anno i risultati sportivi della scuderia saranno eccellenti come desiderano tanti tifosi in tutto il mondo che sostengono la Ferrari” – conclude Uilm-Uil Modena.