Home Appennino Modenese Ponte Chiozzo Fondovalle Panaro: limite 30Km/ora. Carreggiata ristretta per lavori urgenti

Ponte Chiozzo Fondovalle Panaro: limite 30Km/ora. Carreggiata ristretta per lavori urgenti

A causa dell’erosione causata dal fiume Panaro, si è reso necessario per un tratto di circa 60 metri un restringimento della carreggiata al km 29+200 della Strada Provinciale 4 Fondovalle sul lato sinistro in direzione Vignola, in Comune di Pavullo nel Frignano, località Falanello, a monte di ponte Chiozzo. Sul posto, con un’ordinanza dell’Amministrazione provinciale, è stato istituito il limite di velocità massima di 30 km/ora per garantire la sicurezza della circolazione stradale.

Nella mattinata di oggi, mercoledì 28 dicembre, il presidente della Provincia Gian Carlo Muzzarelli ha interessato del problema la Protezione civile della Regione Emilia – Romagna, che è prontamente intervenuta con il coinvolgimento dell’Ufficio Progetti speciali per l’affidamento con somma urgenza dei lavori necessari al ripristino.

A seguito delle precipitazioni dell’ultimo mese, infatti, sebbene non si siano verificati eventi di piena particolarmente significativi, una deviazione della corrente del fiume Panaro ha determinato lo scalzamento del sistema muro in sassi – gabbionate, posto a difesa e sostegno della strada. E senza interventi urgenti, dato l’evolversi rapido dell’erosione e i rischi connessi con le possibili precipitazioni, potrebbe risultare necessario imporre un transito a senso unico alternato e, nel caso di collasso della carreggiata di valle, la chiusura della strada, che è la più importante via di accesso ai comuni montani dell’alto Appennino modenese appartenenti al comprensorio del Monte Cimone.

I lavori avranno inizio l’1 gennaio, dopo il completamento dei rilievi necessari che sono già in corso. La durata è prevista in alcuni giorni compatibilmente con le condizioni meteorologiche. L’importo complessivo è stimato in 90mila euro per l’intervento finalizzato alla deviazione della corrente del Panaro nel tratto oggetto di erosione, alla creazione di un’area asciutta di lavoro, e al ripristino delle parti distrutte e gravemente danneggiate del sistema di difesa spondale a sostegno della strada per ripristinare le condizioni minime di sicurezza.  Dal 23 dicembre una ditta titolare di un contratto di manutenzione con la Provincia di Modena ha avviato alcune lavorazioni per impedire ulteriori danneggiamenti alla scarpata stradale e alle opere di sostegno, tali lavori proseguiranno fino alla fine della settimana.