Home Modena Negli Istituti comprensivi modenesi si organizzano incontri per “Crescere on line”

Negli Istituti comprensivi modenesi si organizzano incontri per “Crescere on line”

“Crescere on line”: un percorso di approfondimento dedicato a genitori e insegnanti che si trovano ad affrontare nuove sfide educative rispetto alle potenzialità e ai rischi della ‘vita online’, in un’ottica di collaborazione tra scuola e famiglia. Ad aprire il ciclo nel nuovo anno sarà l’Istituto comprensivo 4 con un appuntamento in programma giovedì 12 gennaio alle 18 alla scuola media Ferraris.

Il percorso, che prevede quattro incontri per ognuno dei dieci Istituti comprensivi presenti sul territorio del comune di Modena, è organizzato dalla rete cittadina di Prevenzione per la Promozione del Benessere in Adolescenza, coordinata e promossa dall’Amministrazione comunale e dall’Ausl, in collaborazione con le dirigenze degli Istituti comprensivi. La partecipazione ad alcuni incontri è subordinata a una preventiva iscrizione.

In particolare, è a cura dell’animatore digitale di ogni Istituto e di esperti della rete di prevenzione per la Promozione del Benessere in Adolescenza il primo incontro, rivolto ai genitori, dal titolo “Tra scuola e famiglia: il registro elettronico strumento di dialogo e facilitatore di alleanza educativa”, nel quale viene presentato il sito della scuola e il registro elettronico, spiegando come accedere e navigare nel primo e come utilizzare il secondo, strumenti innovativi e sempre più protagonisti nella comunicazione e collaborazione tra la scuola e la famiglia.

Il secondo incontro, dal titolo “Compagni di viaggio: collaborare ed educare insieme tra scuola e famiglia. Come passare dal voler avere ragione al ricercare soluzioni condivise per il benessere dei ragazzi”, è aperto a genitori e insegnanti, e realizzato a cura di esperti di Ceis Fondazione e di Rappresentanti del Coordinamento provinciale Presidenti Consigli d’Istituto e Associazioni genitori di Modena.

Il terzo incontro ha come tema “Internet sicuro, cosa devono sapere genitori e insegnanti”. Gli esperti dell’associazione Civibox e del Comune illustrano quali sono le potenzialità e i rischi connessi all’utilizzo di internet e dei social network da parte dei ragazzi. Durante l’incontro è prevista anche l’illustrazione dell’esito della ricerca sull’utilizzo di internet da parte dei ragazzi delle prime classi di scuola secondaria di primo grado di Modena curata dal Centro studi e documentazione sulla condizione giovanile dell’Amministrazione.

Il quarto incontro, intitolato “Bullismo e prevaricazione a scuola e in rete”, è a cura dei mediatori del Centro di Mediazione sociale comunale Punto d’Accordo e degli agenti della Polizia municipale e ha come obiettivo illustrare cosa sono gli atti di bullismo, come si sviluppano, qual è la normativa di riferimento e come scuola e famiglie dovrebbero collaborare per prevenirli e gestirli.