Domenica a Reggio Emilia blocco totale dei veicoli

A causa del perdurare di alti indici di inquinamento atmosferico in città, domenica 5 febbraio l’area urbana di Reggio Emilia sarà interessata dal provvedimento ‘Domenica ecologica’, blocco totale del traffico dalle ore 8.30 alle ore 18.30. Per limitare l’emissione dei gas di scarico ed evitare un aggravarsi delle cattive condizioni dell’aria, nella giornata di domenica sarà vietata la circolazione di tutti i veicoli a motore, con la sola eccezione dei mezzi elettrici.

Rimarranno quindi fermi tutti i mezzi a benzina, gpl, metano e i mezzi ibridi, appartenenti a qualsiasi categoria di omologazione (quindi anche gli euro 4). Tali veicoli potranno tuttavia circolare nel caso trasportino una persona disabile e nel caso vi siano a bordo almeno 3 persone.

Agli esercizi commerciali è vietato tenere le porte aperte, se non per il tempo strettamente necessario al carico/scarico di merci e all’entrata/uscita dei clienti. Durante il blocco totale di domenica si potrà viaggiare sui mezzi Seta per tutto il giorno acquistando e vidimando un solo biglietto (acquistabile anche a bordo).

“Ci troviamo davanti a una situazione eccezionale – dice il sindaco di Reggio Emilia, Luca Vecchi – che richiede misure straordinarie ma, soprattutto, coraggio e capacità di organizzarsi, oltre a un po’ di pazienza. Per combattere la concentrazione di smog che grava su tutta la Pianura Padana in questi giorni abbiamo predisposto, oltre alla domenica ecologica, misure ulteriormente restrittive che restano peraltro nell’alveo della programmazione regionale. Saluto con favore la decisione di Seta che, con un biglietto di corsa semplice obliterato nel giorno di ‘blocco’, domenica, permette ai cittadini di muoversi sui bus per un’intera giornata. Stiamo agendo di concerto con le altre città della via Emilia, con le quali ci raccorderemo nei prossimi giorni. Con Reggio Respira abbiamo da mesi varato un piano ambizioso che, sul fronte della piantumazione di alberi, l’incentivazione della mobilità sostenibile, il trasporto pubblico, il rinnovamento della flotta, i mezzi ecologici e il verde, non ha eguali in Italia. Il provvedimento varato per la prossima settimana seguirà l’evolversi delle rilevazioni delle concentrazioni di inquinanti e sulla base di ciò prenderemo le decisioni conseguenti. E’ ovvio che ogni città, da sola, può fare poco: c’è bisogno da parte del governo di risorse, fondi e di una cabina di regia che metta a sistema azioni e politiche che includano almeno tre regioni: Emilia-Romagna, Lombardia e Veneto”.

“Ci rendiamo conto che queste limitazioni sono più restrittive di quelle adottate in passato – dice l’assessore comunale alle Infrastrutture del territorio e ai Beni comuni Mirko Tutino – Stiamo coordinandoci con le altre città perché lo sforzo di Reggio Emilia non sia isolato e si dia, tutti insieme, un contributo alla qualità dell’aria del bacino padano. Attiveremo i necessari controlli ma chiediamo ai reggiani di collaborare. Il tema è davvero importante e non bastano gli interventi del sistema pubblico per poter ottenere risultati”.

La decisione di stop alle auto prevista per domenica e i provvedimenti per i giorni successivi è stata presa oggi nell’ambito della Cabina di regia – composta da Arpae, Ausl, Agenzia per la Mobilità e Iren – creata dal Comune di Reggio Emilia per affrontare i problemi inerenti il tema della qualità dell’aria e convocata stamani dallo stesso assessore Tutino.

Nel corso dell’incontro Arpae ha presentato il quadro complessivo sulla qualità dell’aria: le polveri sottili sono sopra i limiti in tutta la Pianura padana e la concentrazione è crescente da molti giorni. Le condizioni climatiche e le previsioni per i prossimi giorni, per quanto sia prevista una modesta quantità di pioggia, non garantiscono un miglioramento automatico delle condizioni. Il 90% delle polveri sottili è caratterizzato dalle Pm 2,5 e questo dato indica che si tratta di un accumulo di polveri sottili che non ha natura locale e che sarebbe difficilmente affrontabile solo a livello locale, ma rispetto al quale si rende tuttavia necessario agire per limitare l’aggravio della qualità dell’aria.

 

DA LUNEDI’ 6 A DOMENICA 12 FEBBRAIO – Da lunedì 6 a domenica 12 febbraio, sempre dalle 8.30 alle 18.30, nell’area urbana della città, sarà vietata la circolazione alle auto a benzina fino all’euro 2 e quelle a diesel fino all’euro 4. Saranno ferme anche le auto a gpl e metano antecedenti all’euro 1 e ciclomotori fino all’euro 1, oltre alle altre disposizioni e limiti previsti dal Piano regionale sulla qualità dell’aria.

Tali disposizioni saranno vigenti fino a una riduzione della concentrazione degli inquinanti.

 

CONTROLLI E SANZIONI – La Polizia municipale eseguirà i necessari controlli per il rispetto dei divieti. Per le  inadempienze sono previste sanzioni fino a 500 euro.

 

DOVE – All’interno dell’area interessata dal provvedimento – il tessuto urbano di Reggio Emilia – è consentita la circolazione esclusivamente sui seguenti assi di attraversamento, che manterranno la normale transitabilità:

·          Strada statale 9–Via Emilia – Direttrice parma-Modena (via Fratelli Cervi, tratto compreso tra Gianbattista Vico e l’imbocco con la Tangenziale Nord – Strada Tangenziale Nord – Via Pasteur);

·          Strada statale 63 – Del Cerreto (direttrice Castelnuovo Monti): via Hiroshima – via Chopin – via Inghilterra – via Martiri della Bettola (tratto compreso tra via Inghilterra e via della Repubblica) .

·          Strada statale 467 – Direttrice Reggio Emilia – Scandiano: via Vertoiba, via dell’Aeronautica, via del partigiano, via Martiri di Cervarolo (tratto compreso tra via del Partigiano e via Enrico Fermi);

·          Strada provinciale 28 – via Gorizia (Direttrice Cavriago): via Teggi – via Gorizia (tratto compreso da via Alessandro Volta alla rotatoria dell’acquedotto con via Inghilterra – via Chopin);

·          Tangenziale Sud-Est (da via Inghilterra a via Pasteur) e via Bocconi: viale Fornaciari – viale Salvarani – viale Piacentini – viale monsignor Cocconcelli.

 

PRINCIPALI ESENZIONI

·         Servizio postale universale o in possesso di licenza/ autorizzazione ministeriale di cui alla direttiva 97/67/CE come modificata dalla direttiva202/39/CE;

·         Veicoli muniti di autorizzazione alla circolazione di prova Dpr 474/2001

·         Autoveicoli con almeno 3 persone a bordo (car pooling) se omologati a 4 o più posti, e con almeno 2 persone a bordo , se omologati a 2 posti;

·         Autoveicoli ibridi e elettrici;

·         Ciclomotori e motocicli elettrici;

·         Autoveicoli per uso speciale e trasporti specifici, così come definiti dall’articolo 54 del Codice della Strada (elenco completo disponibile sul sito www.comune.re.it)

·         Mezzi di cantiere impiegati nelle ricostruzioni del sisma maggio 2012;

·         Veicoli utilizzati dai donatori di sangue nella sola giornata del prelievo per il tempo strettamente necessario da/per la struttura adibita al prelievo;

·         veicoli diretti agli istituti scolastici per l’accompagnamento, in entrata ed uscita, degli alunni di asili nido, scuole materne, elementari e medie inferiori, muniti di attestato di frequenza o autocertificazione indicante l’orario di entrata e di uscita, limitatamente ai 30 minuti prima e dopo tale orario;

·         Veicoli appartenenti a persone il cui Isee sia inferiore alla soglia di 14.000 €, non possessori di veicoli esclusi dalle limitazioni, nel limite di un veicolo ogni nucleo familiare, e regolarmente immatricolati e assicurati, e muniti di autocertificazione;

·         Carri funebri e veicoli al seguito;

·         Veicoli diretti alla revisione purché muniti di documentazione che attesti la prenotazione;

·         Veicoli al servizio delle manifestazioni regolarmente autorizzate e veicoli di operatori commerciali che accedono o escono dai posteggi dei mercati settimanali o delle fiere autorizzate dall’Amministrazione comunale;

·         Veicoli a servizio di persone soggiornanti presso le strutture di tipo alberghiero site nelle aree delimitate, esclusivamente per arrivare/partire dalla struttura medesima, dotati di prenotazione, oppure facendo pervenire al Corpo di Polizia Municipale, nei dieci giorni successivi, apposita attestazione vistata dalla struttura ricettiva, ovvero copia della fattura in cui risultino intestatario e targa del veicolo rilasciata dalla suddetta struttura, a condizione che la stessa sia situata all’interno del Comune;

·         Autocarri di categoria N2 e N3 (autocarri aventi massa massima superiore a 3,5 tonnellate) limitatamente al transito dalla sede operativa dell’impresa titolare del mezzo alla viabilità esclusa dai divieti e viceversa;

 

L’elenco completo delle esenzioni è pubblicato all’indirizzo www.comune.re.it

 

Informazioni:
Comune Informa Urp, via Farini, 2/1, tel. 0522.456660

Ricevimento diretto e risposta telefonica: lunedì 9.30-12.30; da martedì a venerdì 8.30-12.30. L’ufficio risponde al telefono anche il sabato dalle 8.30 alle 12.30

e-mail comune.informa@municipio.re.it –

www.comune.re.it/nuoveideeincircolazione

www.liberiamolaria.it