Home Reggio Emilia Adesso nell’Ospitale di Rubiera ci si può anche sposare

Adesso nell’Ospitale di Rubiera ci si può anche sposare

Sposarsi nella straordinaria cornice dell’Ospitale ora è possibile: il Comune di Rubiera, proprietario del monumentale complesso di via Fontana, ha affidato a una società specializzata la possibilità di organizzarvi matrimoni, dalla cerimonia completa di banchetto nuziale, al solo servizio fotografico.

L’avvio della gestione sarà presentato domenica 19 febbraio, dalle 15.30 alle 20, con ingresso libero: un pomeriggio a “porte aperte” durante il quale sarà possibile visitare gli spazi, incontrare i responsabili, chiedere informazioni senza impegno.

Matrimoni ma non solo: infatti lo storico edificio, le cui origini affondano nel medioevo e che è già sede di associazioni e attività culturali e teatrali, potrà essere concesso dal Comune a privati anche per ospitare set fotografici, attività di natura commerciale, convegni e congressi.

La gestione, per il biennio 2017-2018, è stata affidata alla Eim Srl, società proprietaria del marchio “Eventinmente”, attiva dal 2008 in questo campo.

«Gli ampi spazi dell’edificio – sottolineano i responsabili – permettono di scegliere la scenografia preferita per il proprio evento: il chiostro e il prato esterni, le sale interne o i porticati dove creare allestimenti scenografici e realizzare foto suggestive». Nelle varianti consentite dalle stagioni: «Una romantica cena sotto le stelle oppure un cocktail party, un elegante pranzo all’interno delle antiche sale o perfino un pic-nic informale». Anche in caso di pioggia, grazie agli spazi coperti, interni o esterni.

«La già bellissima struttura può essere messa in risalto dalla disposizione di cuscini e salotti nel chiostro, ricchi buffet sotto il portico, tavolate imperiali tra le colonne, luci che evidenziano gli spazi». Il tutto in esclusiva, nel senso che chi affitta la struttura ne ha la disponibilità per l’intera giornata.

La capienza massima è 200 persone, numero che consente, anche con maltempo, il regolare svolgimento grazie alle tre sale interne (Sassi, del Fuoco, e Reception).

Da ricordare che, essendo l’edificio comunale, vi si può celebrare il rito del matrimonio civile con le stesse procedura e validità legale di quello tenuto in Municipio: è sufficiente prendere appuntamento con gli uffici del Comune e concordare la data.

In ogni caso, anche le coppie che non vi celebrano il rito né il ricevimento possono chiedere di accedervi con il fotografo per realizzare l’album.

Per informazioni 331 4538851; info@lospitale.com

  • Facebook
  • Twitter
  • LinkedIn
  • Google Plus
  • OkNotizie
  • Segnalo
  • Pinterest
  • Add to favorites
  • Email
  • Print