Carpineti, raccolti 3mila euro per le popolazioni terremotate

Grande affluenza di cittadini domenica 26 al pranzo benefico di Carpineti organizzato per raccogliere fondi a favore delle popolazioni colpite dal terremoto. Un’iniziativa proposta dagli Alpini con la collaborazione della Croce Rossa e delle associazioni volontaristiche di Carpineti, patrocinato dall’amministrazione comunale, che si è tenuta domenica nella struttura polivalente di Parco Matilde e ha visto la partecipazione di oltre duecento persone e la raccolta di circa 3mila euro.

“Carpineti si è dimostrata generosa fin dal primo momento ed ha poi continuato man mano che gli eventi calamitosi purtroppo si sono susseguiti negli Abruzzi e nelle Marche”, ha ricordato il sindaco Tiziano Borghi durante il saluto e il ringraziamento ai convenuti. “Difatti i commercianti carpinetani all’indomani del terremoto hanno devoluto l’importo per il rinfresco della fiera di S. Vitale pro-popolazione abruzzese, poi l’amministrazione comunale ha organizzato i volontari spalatori nei comuni montani di Ascoli Piceno durante le nevicate del 20,21 e 22 gennaio”.

In un secondo omento Borghi, coadiuvato dalla Croce Rossa, ha organizzato spedizioni di foraggio offerto da agricoltori della nostra montagna ad allevatori marchigiani. Il sentimento di solidarietà dei carpinetani si è mantenuto alto anche nel prosieguo.

Domenica scorsa sono stati raccolti 3.020 euro che gli alpini hanno accreditato sul conto corrente pro-terremotati dell’unione dei comuni dell’Appennino Reggiano, in attesa che sia specificata la destinazione finale. Grande soddisfazione è stata espressa oltre che dal sindaco anche da tutti gli organizzatori e da tutti i presenti al pranzo che hanno riconosciuto che nel nome della solidarietà ci si trova serenamente tutti assieme senza divisioni di sorta, ha concluso il primo cittadino.