Home Formigine Formigine, Consiglio comunale del 2 marzo: primo appuntamento annuale di audizione dei...

Formigine, Consiglio comunale del 2 marzo: primo appuntamento annuale di audizione dei presidenti dei consigli di frazione

Sono sei i presidenti dei consigli di frazione che ieri sera per la prima volta – come da cadenza annuale prevista dal regolamento comunale per la partecipazione – sono intervenuti in Consiglio Comunale a Formigine. Nella riunione di ieri sera del civico consesso infatti i presidenti Federico Zini del Capoluogo, Romolo Raimondi di Casinalbo, Paolo Casoli di Magreta, Jessica Tallarida di Corlo, Sara Ballestrazzi di Colombaro, Valeriano Giovanelli di Ubersetto, hanno rendicontato sulla attività di partecipazione nelle frazioni: frequenza dei cittadini, numero delle convocazioni, principali argomenti trattati e richieste emerse dal confronto con i partecipanti sono i temi che hanno fatto da filo conduttore dei loro interventi. La seduta – che si era aperta con tre interrogazioni su mercato, politiche per il turismo e qualità dell’aria – è proseguita con l’approvazione della delibera di aggiornamento della funzione di Centrale Unica di Committenza conferita all’Unione dei Comuni del Distretto ceramico (CUC): entrano nell’accordo i Comuni di Frassinoro, Palagano e Prignano, si ripartiscono i costi in base alla popolazione, si adegua l’impianto al nuovo codice dei contratti pubblici. Nel 2016 la centrale unica ha espletato 31 gare per conto dei comuni aderenti e dell’Unione, con un un beneficio sui tempi di attivazione (contenuti in 7,38 giorni a fronte di una previsione di 30 in convenzione). La delibera è stata approvata con 15 voti favorevoli della maggioranza, tre contrari e due astenuti): Sono poi state approvate due mozioni. La prima ha riguardato la “facilitazione del passaggio al digitale”, con la proposta di istituzione di corsi di formazione presso la biblioteca comunale, e ha impegnato la giunta a verificare la fattibilità dell’organizzazione di corsi di primo e secondo livello, incontri informativi e laboratori, secondo le linee del progetto “Pane e Internet” della Regione Emilia Romagna (mozione proposta dal consigliere Cipriano del M5S e approvata all’unanimità). Approvata all’unanimità anche la mozione a tema “Ispettori ambientali”, proposta dal medesimo consigliere, che impegna la giunta a “continuare la riorganizzazione di queste importanti figure di controllo del nostro territorio, anche sulla base delle novità normative introdotte dalla Regione Emilia-Romagna”, nonché a coordinare i volontari in collaborazione con la PM, e dare riscontro periodico delle attività svolte. Respinte invece le restanti mozioni iscritte all’ordine del giorno e discusse prima della fine dei lavori.