Home Bassa reggiana Scoperti a Boretto due laboratori abusivi gestiti da cinesi: espulse due persone

Scoperti a Boretto due laboratori abusivi gestiti da cinesi: espulse due persone

Due laboratori artigianali gestiti da soggetti di nazionalità cinese sono stati al centro di alcuni controlli effettuati della Polizia Municipale della Bassa Reggiana, condotti unitamente al Servizio di igiene e prevenzione dell’Asl.

Nel corso dell’ispezione, avvenuta nella giornata di mercoledì, gli agenti della Polizia Municipale si sono recati presso due laboratori situati nel territorio del Comune di Boretto, precisamente in via Bigliardi. All’interno dei due locali sono emerse gravi carenze di carattere igienico-sanitario, oltre a  problematiche relative alla mancanza di alcune misure di sicurezza e di tutela per i lavoratori. Oltre alle pesanti sanzioni – che ammontano ad alcune migliaia di euro – il proprietario del locale (un cittadino italiano) e i titolari dell’attività avranno tempi brevi per porre rimedio alla situazione ed evitare un ordinanza di chiusura da parte del sindaco.

All’interno di uno di questi laboratori, dove è stata anche riscontrata la presenza di due minori, gli agenti hanno trovato – nascosti nel solaio – due cittadini di nazionalità cinese, totalmente privi di documenti validi per la permanenza in Italia. Entrambi sono stati fotosegnalati e nei loro confronti è stato emesso un foglio di via.

“Il presidio costante del territorio – commenta il sindaco Massimo Gazza – si rivela decisivo per portare alla luce situazioni di illegalità come quella emersa in questo caso e permette di operare un fermo contrasto all’abusivismo e alle irregolarità sul lavoro”.