Home Cronaca Caffè con borseggio: barista denunciata dai carabinieri

Caffè con borseggio: barista denunciata dai carabinieri

Dopo aver consumato un caffè è uscito dal bar alleggerito del portafoglio: la barista approfittando che il cliente l’aveva dimenticato sul bancone se ne appropriava gettandolo dopo essersi impossessata del danaro, circa 200 euro, riposti all’interno. Grazie alle immagini del sistema di videosorveglianza messe a disposizione dalla proprietaria del bar, i carabinieri della stazione di San Polo d’Enza, a cui il derubato aveva presentato denuncia contro ignoti, accertavano che l’autrice del furto era la dipendente di un bar del reggiano che si era impossessata del portafoglio che il cliente, dopo aver preso il caffè, aveva dimenticato sul bancone del bar.

Con l’accusa di furto aggravato quindi i carabinieri  della stazione di San Polo d’Enza hanno denunciato alla Procura di Reggio Emilia reggiana una 27enne reggiana. Secondo la ricostruzione investigativa dei carabinieri di San Polo d’Enza, supportata anche dalle immagini del sistema di videosorveglianza del bar messe a disposizione dalla proprietaria del bar estranea ai fatti, la vittima, un 38enne reggiano, dopo aver bevuto un caffè nel bar usciva dimenticandosi il portafoglio sul  bancone. In questo frangente, come ampiamente documentato dai filmati, la barista prendeva il portafoglio impossessandosi del contante per poi gettare all’esterno il portafoglio dove successivamente veniva rinvenuto e restituito al derubato che al riguardo quindi sporgeva denuncia contro ignoti.

I carabinieri quindi ripercorrendo la giornata del derubato focalizzavano le attenzione nel bar dove l’uomo era stato e dove grazie ai filmati, messi a disposizione della proprietaria, scoprivano che la ladra era la dipendente del bar. Alla luce di quanto accertato la donna veniva denunciata in ordine al reato di furto aggravato.