Home Bassa reggiana Nuovo manto stradale e nuovo limite sulla Sp 5 tra Novellara e...

Nuovo manto stradale e nuovo limite sulla Sp 5 tra Novellara e Reggiolo

La Provincia di Reggio Emilia investirà 250.000 euro per ripristinare il fondo stradale della Sp nel tratto compreso tra Novellara e Reggiolo. “L’intervento, che rientra nel piano di manutenzione 2017 dei quasi mille chilometri di rete stradale provinciale, riveste una duplice importanza in quanto contestualmente al rifacimento del manto stradale sarà possibile innalzare il limite da 50 a 70 chilometri orari, velocità ritenuta adeguata alle caratteristiche della strada sottoposta a manutenzione”, spiega il presidente Giammaria Manghi.

L’innalzamento del limite di velocità, grazie alle maggiori condizioni di sicurezza del manto stradale, è particolarmente importante in quanto proprio in questo tratto di Sp 5 – che attraversa tra l’altro le frazioni della Bernolda e del Bettolino – da inizio anno si sta sperimentando un  sistema per il controllo elettronico della velocità media (il cosiddetto tutor) con l’obiettivo di ridurre il numero degli incidenti in una strada che risulta oggettivamente essere ad elevata pericolosità. La Sp 5 rientra infatti tra le strade sulle quali la Prefettura ha reso possibile installare sistemi di rilevazione della velocità senza obbligo di contestazione immediata delle violazioni, in considerazione dell’elevato numero di incidenti verificatisi dal 2013 a oggi: 45, con un bilancio di 3 morti e 36 feriti, quelli registrati dalla sola Polizia municipale.

“Dopo questo periodo di sperimentazione, sulla Sp 5 saranno pertanto attivati definitivamente i tutor, ovviamente sulla base del nuovo limite di velocità di 70 km/h che sarà reso possibile grazie al rifacimento del manto stradale”,  conclude il presidente Manghi. Ovviamente l’attivazione dei tutor, che è stata proposta dal Corpo di Polizia Muncipale Bassa reggiana in accordo con i sindaci di Novellara e Reggiolo Elena Carletti e Roberto Angeli, sarà adeguatamente segnalata e oggetto di una costante campagna informativa rivolta agli utenti della strada. Proprio fra i sindaci e il presidente della Provincia si era aperto alcuni mesi fa un percorso di confronto e condivisione riguardo questo importante investimento.

Nel dettaglio i lavori finanziati dalla Provincia, che inizieranno sabato 20 maggio per concludersi entro la fine del mese, consistono prevalentemente in opere di rifacimento di tratti del conglomerato bituminoso e in interventi localizzati di rinforzo strutturale della pavimentazione stradale, finalizzati a ridurre la formazione di avvallamenti o fessure sulla carreggiata. “Gli interventi di consolidamento – spiega il dirigente del Servizio Infrastrutture della Provincia di Reggio Emilia, Valerio Bussei – verranno realizzati sui tratti maggiormente deteriorati, per una estensione complessiva di circa 500 metri., attraverso la posa di una rete metallica a doppia torsione tipo Road Mesh, appositamente studiata per gli impieghi con funzione di rinforzo delle pavimentazioni stradali. La rete metallica, installata nella base dello strato di conglomerato bituminoso, contribuirà a ridurre i livelli di tensione dell’asfalto causati dal traffico stradale, limitando la formazione di crepe che costituiscono un pericolo per chi percorre l’arteria ad alta velocità”.