Home Appennino Reggiano La Croce Verde Castelnovo Monti ha inaugurato a Gombio il 21° defibrillatore...

La Croce Verde Castelnovo Monti ha inaugurato a Gombio il 21° defibrillatore semiautomatico

Nel corso dell’ultimo weekend è stato inaugurato a Gombio il 21° Defibrillatore semiautomatico (DAE) in territorio di Castelnovo Monti, arrivando così ad avere una copertura capillare nei confini comunali di questi macchinari che sono in grado di salvare vite, se applicati tempestivamente in caso di improvvisi episodi cardiaci. Ora dunque anche Gombio è un borgo cardioprotetto. La nuova colonnina del defibrillatore nella frazione castelnovese è stata realizzata grazie alla generosità dei residenti: la postazione è dotata di teca con allarme e opportunamente riscaldata.

La presenza diffusa di queste postazioni si aggiunge poi all’attività di formazione che la Croce Verde da tempo sta portando avanti non solo su propri volontari ma anche su molti altri residenti di Castelnovo e frazioni, messi così in grado di fruire dei DAE e intervenire in caso di emergenza improvvisa. A Gombio la formazione ha coinvolto una decina di residenti: i formatori della Croce Verde Castelnovo peraltro fanno parte della rete regionale di formazione di Anpas Emilia Romagna. Al momento inaugurale domenica erano presenti oltre 60 abitanti del paese, in un clima di festa e di grande soddisfazione; inoltre c’erano in rappresentanza dell’Amministrazione comunale l’assessore Silvio Bertucci e il capogruppo di maggioranza Luciano Francesconi. “Rivolgo un particolare ringraziamento – ha detto Bertucci – alla Croce Verde di Castelnovo perché continua incessante la propria opera a favore dei cittadini del paese, creando un valore aggiunto molto importante per le nostre comunità. Anche questo defibrillatore fa parte della rete Codice Blu allestita dalla Pubblica assistenza castelnovese, che vede sul territorio ormai 20 postazioni”. La colonnina di Gombio è stata anche benedetta dal parroco Don Pietro Romagnani. “Il Defibrillatore – spiega il Presidente della Croce Verde, Iacopo Fiorentini – è stato acquistato grazie all’importante donazione degli abitanti di Gombio. Per il paese l’inaugurazione è stata davvero un momento di festa: le due Proloco di Torri e fontane e Circolo di Gombio, insieme hanno fritto il gnocco per tutti, accompagnato da salumi e torte fatte in casa. Come Associazione crediamo da anni nel progetto Codice Blu, e siamo convinti che anche gli abitanti di Gombio abbiano fatto la scelta giusta nel sostenerlo. Ne siamo veramente felici, perché in questo modo aumenta la sicurezza del paese. La nostra Pubblica Assistenza inoltre attraverso queste occasioni stringe ancora di più il rapporto di amicizia con la popolazione e la comunità dell’Appennino, e per noi è un aspetto molto importante. Ora sentiamo di dire che il nostro territorio, attraverso le postazioni installate, è veramente Cardioprotetto: Croce Verde Castelnovo Monti è stata un precursore a livello regionale nell’istallazione massiva di defibrillatori e nella formazione di persone che siano in grado di utilizzarli sul territorio, un esempio che è stato seguito, con nostro grande piacere, anche da diverse altre pubbliche assistenze”.

La Croce Verde di Castelnovo è un gruppo molto unito, in cui è facile entrare a far parte così da poter collaborare ai tantissimi servizi che svolge quotidianamente per la comunità: per informazioni è possibile contattarla al tel. 0522 612164, presidente@croceverdecm.it, www.croceverdecm.it.