Home Carpi Il ricordo del dott. Amos Bartolino a tre anni dalla sua tragica...

Il ricordo del dott. Amos Bartolino a tre anni dalla sua tragica morte

Il dottor Bartolino era un talento innato per la medicina: laureato a 24 anni con il massimo dei voti e la lode, si specializza in Oftalmologia a 28 anni e si perfeziona in Germania, dove impara presto la lingua tedesca.

Nei primi anni ’90 è l’unico emiliano a superare gli esami di bilinguismo per esercitare la professione medica in Alto Adige: lavora a Brunico, Bressanone e Merano.

Dopo qualche anno rientra a Reggio per riavvicinarsi alla famiglia e nel 2000 diventa responsabile di Oculistica per l’area sud dell’Ausl di Modena (Sassuolo, Vignola e Pavullo), quindi primario a Carpi, prima di vincere il concorso che lo porterà a dirigere la Struttura di Oculistica di tutti gli ospedali dell’Ausl di Reggio.

Oltre alle straordinarie capacità e competenze, espresse con energia e passione nei suoi prestigiosi incarichi, il dottor Bartolino si distingueva per le doti umane che lo hanno portato a dedicare la sua vita, troppo breve, alla cura dei pazienti con dedizione, passione ed entusiasmo, e dai quali era continuamente e generosamente ricambiato.

In suo ricordo, il 30 ottobre 2015 il Servizio di oculistica dell’Azienda Usl di Reggio Emilia è stato a lui intitolato. Nell’occasione, Fausto Nicolini, direttore generale dell’Azienda USL di Reggio Emilia, disse: “Ho conosciuto Amos quando partecipò al concorso per il primariato di oculistica. Mi colpì fin da subito la sua visione innovatrice, che riversò con energia e passione nel suo incarico. Lo ricordo come una persona gioviale, sempre positiva, razionale, disponibile al confronto e brillante nella conversazione. Lavorare nella sanità pubblica e universale, con passione, competenza e dedizione, come ha fatto Amos Bartolino, è soprattutto condividere valori e principi, quali solidarietà, sussidiarietà e prossimità. E dal momento che sono gli operatori a costruire la storia, è giusto che si ricordino quei professionisti e quelle persone che tanto hanno dato. Amos ha dedicato la sua vita, troppo breve, al lavoro, donandosi con passione agli altri, e noi abbiamo deciso di ricordarlo così, perché l’identità di un’organizzazione e il senso di appartenenza si costruiscono anche con la memoria dei luoghi e delle persone”.

Una Santa Messa in ricordo del dottor Amos Bartolino sarà celebrata domani, giovedì 13 luglio, alle ore 19, presso la Cappella dell’Ospedale Ramazzini di Carpi.

***

Nell’immagine il dottor Amos Bartolino in un momento felice nel 2012 con la sua Equipe di colleghi dell’Ospedale Ramazzini di Carpi