Home Appennino Modenese Palagano, fine settimana di eventi al Parco di Santa Giulia

Palagano, fine settimana di eventi al Parco di Santa Giulia

A Palagano sarà un fine settimana all’insegna del storia e del culto della figura di Santa Giulia dei Monti, martire cristiana alla quale è dedicata la chiesa all’interno del Parco di Santa Giulia a Monchio di Palagano che sarà riaperta domenica 13 agosto, dopo i lavori di restauro eseguiti dalla parrocchia di Monchio, con il contributo della Fondazione Cassa di risparmio di Modena.

Per l’occasione il vescovo di Modena Erio Castellucci celebrerà, domenica alle ore 11, la santa messa proprio all’interno della chiesa che custodisce, tra l’altro, una reliquia della santa. Sarà questo il momento culminate di un programma che parte sabato 12 agosto (dalle ore 9,30) con un convegno nella sala conferenza del parco dedicato alla figura di Santa Giulia, durante il quale sarà presentato il progetto del “Cammino di Santa Giulia”: un itinerario storico, spirituale e naturalistico che si snoda per oltre 450 chilometri, in 20 tappe, da Livorno a Brescia; un percorso evocativo della traslazione delle reliquie di santa Giulia, voluta dal re longobardo Desiderio e dalla regina Ansa nel 762 dall’isola di Gorgogna a Brescia.

Il progetto, promosso dall’associazione livornese “Il Cammino di Santa Giulia”, al quale partecipa anche il Comune di Palagano, prevede l’apertura anche del sito internet dedicato all’iniziativa.

«Sarà un fine settimana particolarmente significativo per la nostra comunità – sottolinea Fabio Braglia, sindaco di Palagano – perché riapre la chiesa, uno dei simboli del nostro territorio, e diamo il via al progetto del Cammino che avrà una valenza anche turistica. Un modo anche per valorizzare il Parco di Santa Giulia, luogo ideale per trascorrere una giornata immersi nel verde».

Al convegno, dopo i saluti del sindaco Braglia, intervengono Giulio Albarani, presidente dell’Istituto storico di Modena, rappresentanti di enti e associazioni, ricercatori, archeologici ed esperti di storia locale che svilupperanno tutti gli aspetti legati alla storia di Santa Giulia, dal martirio alla diffusione del culto con le numerose chiede e pievi a lei dedicate anche nel modenese, a Carpi, Fiorano e Sassuolo.

Nel pomeriggio di sabato sono previste le visite guidate alla chiesa di santa Giulia, all’area archeologica del parco e al memorial dedicato alla Resistenza.

Dalle 20.30 è in programma una processione con partenza dalla chiesa di S.Maria.

 

Parco di Santa Giulia, 27 ettari nel verde aree picnic e il Memorial delle vittime del nazismo

Il Parco di Santa Giulia a Monchio di Palagano, di proprietà della Provincia di Modena,  è un’area vasta circa 27 ettari, caratterizzata da boschi di querce e castagni e ampi prati di montagna, attrezzato con sentieri panoramici con aree pic-nic, molto frequentate soprattutto nei mesi estivi e con un ristornate all’interno del centro servizi.

Durante la seconda guerra mondiale, la zona fu teatro di feroci rappresaglie nazifasciste contro gli abitanti di Monchio, Susano e Costrignano, colpevoli di sostenere l’attività dei partigiani che costarono la vita di 129 persone.

Per ricordare quei tragici eventi all’interno del parco, ai piedi della salita che conduce alla chiesa di santa Giulia, è stato allestito tra il 1988 e il 1992 un memoriale costituito da quattordici imponenti sculture su pietra eseguite da altrettanti scultori di tutto il mondo.