Home Formigine Il 24 agosto, ultima giornata per i Ludi di San Bartolomeo di...

Il 24 agosto, ultima giornata per i Ludi di San Bartolomeo di Formigine. Gran finale con lo spettacolo pirotecnico 

Il programma delle iniziative per festeggiare San Bartolomeo, Patrono di Formigine, giovedì 24 agosto inizia a partire dalle 9 con mercatini e animazione itinerante a tema medievale. Alle 10, la Messa nella chiesa parrocchiale sarà preceduta dal corteo storico e dagli sbandieratori. Saltimbanchi e artisti di strada animeranno le vie del paese sino all’ora di pranzo, quando sarà attiva la Locanda dello gnocco fritto e la Taverna del gufo, in piazza dell’Annunciata, con un menù a base di cacciagione, zuppe e dolci tradizionali (apertura anche serale).

Spettacoli con gli armati e giochi per bambini in piazza dell’Orologio nel pomeriggio, mentre di sera ritorna il corteo storico. Alle 22, le mura del castello si animeranno con uno spettacolo di videoproiezioni a cura di Delumen, laboratorio artistico che ha ideato il “Castello Errante”. Per le 22,30 è previsto lo spettacolo pirotecnico, che può essere visto da una zona ad accesso limitato, per ragioni di sicurezza, oppure, ad accesso libero nelle zone adiacenti.

L’accesso a numero limitato a 5.000 persone, sul sagrato della chiesa e nella zona antistante il castello, è stato ritenuto indispensabile a seguito delle disposizioni sulla sicurezza negli eventi previste dalla “Circolare Gabrielli”, da un gruppo di lavoro che nelle scorse settimane ha messo a punto il piano della sicurezza, prevedendo anche barriere antisfondamento, illuminazione d’emergenza e diversi presidi per il primo soccorso.

Sono 2.500 i braccialetti già venduti dai volontari della Pro loco, l’associazione responsabile dell’organizzazione dell’evento. Il costo, di 1 euro, serve a coprire in particolare la spesa per il personale professionale (steward), come previsto dalla Circolare del Capo della Polizia. Un eventuale avanzo sarà devoluto per la costruzione della scuola nel paese terremotato di San Severino Marche, progetto che vede impegnato tutto il Distretto ceramico e la Provincia di Modena. L’accesso all’area delimitata è consentito dalle 19.30. Le persone con disabilità potranno sostare oltre i parapetti e saranno assistiti dal personale volontario a disposizione.