Home Formigine Ludi San Bartolomeo, il bilancio del sindaco

Ludi San Bartolomeo, il bilancio del sindaco

Ieri sera (24 agosto) si è tenuta la giornata finale dei Ludi di San Bartolomeo, festa medievale organizzata dalla Pro Loco di Formigine per celebrare il Patrono, con il patrocinio del Comune.

La serata ha visto il susseguirsi di numerosi spettacoli, tra cui le videoproiezioni sulle mura a cura del laboratorio artistico Delumen e i giochi di fuochi artificiali e musica che, per la prima volta, hanno illuminato tutto il castello. La stima del pubblico intervenuto ammonta complessivamente a circa 10.000 persone (5.000 all’interno della zona ad accesso regolamentato prevista in conseguenza delle nuove disposizioni ministeriali sulla sicurezza negli eventi).

La dichiarazione del Sindaco Maria Costi: “Non posso che essere orgogliosa di un’organizzazione che ha funzionato bene permettendo alle migliaia di persone presenti di assistere in tranquillità e sicurezza a uno spettacolo al quale forse noi formiginesi siamo abituati ma che, chi viene da fuori, definisce semplicemente unico.

In tanti hanno lavorato per settimane, e fino all’ultimo minuto, per raggiungere questo risultato. Ringrazio dunque la Pro Loco e gli sponsor che permettono di dar vita a questo appuntamento divenuto ormai l’evento clou di fine estate e anticipazione del Settembre formiginese, il cui programma inizierà tra pochi giorni.

Il mio più sincero ringraziamento va anche a tutti i volontari: a quelli dell’AVAP, ai volontari della Sicurezza, agli Alpini, a quelli della Protezione Civile. E poi naturalmente alle forze dell’ordine tutte, dai Carabinieri alla Polizia Municipale. Ringrazio anche i dipendenti del Comune e la mia Giunta che, come sempre, non hanno fatto mancare il loro contributo fondamentale nel lavoro dietro le quinte, che non si vede ma conta tantissimo.

Infine, grazie a tutti i cittadini che hanno affrontato con grande tranquillità le restrizioni per la sicurezza imposte dalla recentissima normativa del Ministero dell’Interno: era per tutti la prima volta, uno sforzo comune per un risultato comune”.