Home Bassa modenese Mirandola, sindaco Benatti su commissariato di polizia

Mirandola, sindaco Benatti su commissariato di polizia

Il sindaco di Mirandola Maino Benatti interviene sulla decisione del Ministero dell’Interno di non inviare ispettori di polizia nel Commissariato cittadino.

«Abbiamo appreso con stupore e preoccupazione la notizia, comunicata dalla segreteria provinciale del  sindacato di polizia Siulp, della mancata assegnazione di personale al Commissariato di Mirandola, ovvero degli ispettori di polizia che termineranno il corso di formazione nel marzo del 2018. Sulla base delle comunicazioni del Ministero dell’Interno, nessuno di questi sarà destinato a Mirandola per aumentare l’organico del Commissariato già in forte sofferenza. Vorremmo capire quali sono le motivazioni che hanno spinto il Ministero dell’Interno a non mantenere gli impegni presi in precedenza riguardo al potenziamento del Commissariato mirandolese. Gli enti locali, dal canto loro, stanno invece mantenendo tutti gli impegni per quanto riguarda gli investimenti sulla sicurezza, con stanziamenti per telecamere e varchi, controllo di vicinato, assistenti civici e con il progetto della sede del commissariato nell’ex Gil, che sta procedendo e che il prossimo 6 settembre sarà discusso dalla Commissione congiunta. Appare quindi davvero inspiegabile questa decisione che rischia di penalizzare ulteriormente il Commissariato di Mirandola e tutta la città».