Home Bassa reggiana Fertilizzanti contaminati: il GIP convalida sequestro di 2 capannoni e 15.000 tonnellate...

Fertilizzanti contaminati: il GIP convalida sequestro di 2 capannoni e 15.000 tonnellate rifiuti pericolosi

L’attività condotta dei carabinieri forestali della stazione di Gualtieri e del Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale del Gruppo di Reggio Emilia, coordinati dalla Dr.ssa Maria Rita Pantani sostituto preso la Procura reggiana, che ha portato al rinvenimento e conseguente sequestro preventivo di circa 15.000 di fertilizzanti (gessi di defecazione) contaminati e destinati ad essere a breve sparsi su terreni agricoli, ha visto il GIP del Tribunale di Reggio Emilia convalidare il sequestro dei due capannoni e dell’ingente quantitativo di rifiuti pericolosi.

Per questi fatti ora un imprenditore bresciano 55enne è indagato dalla Procura reggiana per aver gestito un deposito e/o messa in riserva di rifiuti speciali pericolosi per il terreno, le colture, gli animali e l’uomo (art. 256 comma 1 lett. D del D.lvo. 152/2006) e per aver, quale amministratore unico di una società, effettuato lo spandimento su terreni ad uso esclusivo agricolo di rifiuti speciali pericolosi con emissione di odori nauseabondi ed irritanti (art. 674 C.P.).

L’attività dei carabinieri forestali di Gualtieri e Reggio Emilia era stata avviata a seguito di diverse segnalazioni pervenute da privati cittadini che lamentavano odori sgradevoli giungere da due capannoni al cui interno il sopralluogo dei carabinieri forestali aveva portato al rinvenimento di 15.000 tonnellate di fertilizzanti risultati dalle analisi contaminati.