Home Lavoro Vertenza Polizia Municipale dell’Unione Terre dei Castelli, accordo in Prefettura

Vertenza Polizia Municipale dell’Unione Terre dei Castelli, accordo in Prefettura

Si è svolto questa mattina, presso la Prefettura di Modena, il tentativo di conciliazione previsto dalla legge sullo sciopero nei servizi pubblici essenziali, in relazione allo stato di agitazione degli appartenenti alla Polizia Municipale del Corpo Unico dell’Unione “Terre dei Castelli”, preannunciato da parte della Organizzazione Sindacale DI.C.C.AP SULPL a seguito della ventilata uscita del Comune di Vignola dal Corpo Unico.

Durante la riunione, alla quale erano presenti il Sindaco di Vignola, il Presidente dell’Unione “Terre dei Castelli” accompagnato dall’Assessore alla sicurezza, Dirigenti dell’Unione e del Comune di Vignola ed il Segretario provinciale del DICCAP SULPL, sono state affrontate sotto varie angolature le ragioni che hanno dato origine alla protesta, inducendo l’Organizzazione di rappresentanza ad attivare la procedura prevista dalla legge 146/90, che disciplina la materia delle astensione dal lavoro nelle attività considerate essenziali per l’utenza.

Nel corso dell’ampia e articolata discussione, si è concordato sulla opportunità di avviare e sviluppare in seno alla Giunta dell’Unione un approfondimento sul progetto di Organizzazione del Corpo elaborato dal Comune di Vignola e consegnato oggi ai presenti e di rinviare la decisione sul tema da parte del Consiglio Comunale previsto per il 27 settembre, allo scopo di favorire le necessarie valutazioni.

Contestualmente è stato deciso di attivare un tavolo di confronto sindacale entro una settimana da oggi sullo stesso tema. Sulla base di tali intese, da parte della Prefettura è stato richiesto di sospendere lo stato di agitazione. La proposta è stata accettata dalle parti. l rappresentanti delle Amministrazioni ed i Dirigenti sindacali hanno espresso soddisfazione per l’accordo.