Home Ambiente “Io non rischio”: la protezione civile sabato in piazza a Reggio per...

“Io non rischio”: la protezione civile sabato in piazza a Reggio per parlare di rischi sismici

Sabato 14 ottobre dalle 9 alle ore 18, i volontari della Protezione civile saranno in piazza Martiri del 7 luglio per promuovere, in collaborazione con il Comune di Reggio Emilia, la campagna “Io non rischio 2017”.

In occasione di questa giornata, che si svolge in tutti i capoluoghi di provincia italiani, i volontari della protezione civile forniranno informazioni sui comportamenti da tenere in caso dei vari rischi che si possono quotidianamente manifestare. Il rischio individuato e di cui si parlerà nella nostra città è il terremoto.

Sarà presente il personale del coordinamento provinciale della Protezione civile, affiancato dai volontari delle Guardie giurate ecologiche volontarie (Ggev) di Reggio Emilia, dal gruppo volontari Città del Tricolore e dai volontari dell’associazione Nubilaria di Novellara. Oltre alle informazioni sui comportamenti da adottare in caso di necessità, a bambini e famiglie verrà proposto un gioco interattivo per capire cosa portarsi dietro in caso si debba abbandonare improvvisamente la casa. Il Comune di Reggio Emilia sarà presente con personale del Servizio di protezione civile comunale per coadiuvare i volontari e offrire informazioni sul Piano comunale di Protezione civile e in merito alle allerte che potrebbero verificarsi sul territorio in caso di eventi sismici.

“L’Amministrazione comunale è costantemente impegnata nella valutazione dei vari rischi a cui può essere sottoposta la popolazione con particolare riferimento al rischio sismico – ha detto oggi il vicesindaco Matteo Sassi – A riguardo, stiamo predisponendo un piano formativo dedicato alle figure tecniche dell’ente, quali geometri, architetti, ingegneri e geologi, in modo da avere squadre pronte e competenti per valutazioni in caso di emergenza derivante da fenomeni sismici. La prevenzione resta comunque fondamentale perché ogni cittadino contribuisce ad aiutare la protezione civile nel momento in cui sa come comportarsi in caso di emergenza”.

“Valutiamo molto positivamente le collaborazioni in essere con le associazioni di protezione civile e in particolare le Ggev e l’associazione Città del Tricolore – ha aggiunto Sassi – Ringrazio i volontari dipendenti del Comune, e non solo, che nell’ultimo anno hanno prestato volontariato e servizio presso le zone terremotate del centro Italia, così come più di recente nelle zone alluvionate nella città di Livorno dove sono andati i volontari Città del Tricolore”.

Alla presentazione sono intervenuti anche Stefano Poma, Comandante della Polizia Municipale e dirigente della Protezione civile per il Comune di Reggio, Federica Manenti, responsabile della Protezione civile della Agenzia regionale, sede di Reggio Emilia, Maria Luisa Borettini, presidente delle Guardie giurate ecologiche volontarie di Reggio Emilia, e rappresentanti del Gruppo volontari Città del Tricolore e dell’associazione di volontari per la Protezione civile di Novellara Nubilaria.

Le associazioni di volontariato Ggev e il Gruppo volontari Città del Tricolore svolgono costantemente attività di supporto alle azioni di Polizia municipale e Protezione civile del Comune di Reggio Emilia sui temi della prevenzione del rischio. Esse garantiscono inoltre la loro presenza e il loro intervento in caso di varie tipologie di emergenze, come gli allagamenti in caso di forti temporali, la rimozione delle piante abbattute per forte vento e altri eventi naturali e antropici che possono verificarsi  sul territorio. Svolgono poi anche attività di divulgazione sulle tematiche di Protezione civile.

In particolare, le Ggev durante il 2017 hanno svolto una costante e importante campagna informativa e di prevenzione rivolta alla cittadinanza sul rischio idraulico e sulla tutela della pertinenza dei corsi d’acqua. Il Gruppo volontari Città del Tricolore nel 2017 ha invece realizzato oltre 20 prove di evacuazione per rischi sismico e incendio  nelle scuole primarie di primo grado e secondaria di primo grado del Comune di Reggio Emilia, oltre ad attività di divulgazione delle tematiche di protezione civile a bambini e ragazzi delle stesse scuole.

Di recente, entrambe le organizzazioni hanno partecipato a esercitazioni e a missioni per emergenze  in ambito  locale e nazionale, come il terremoto del centro Italia e l’alluvione di Livorno.

Viste le recenti disposizioni legislative inerenti alla sicurezza nelle manifestazioni pubbliche, le associazioni partecipano inoltre in modo attivo con volontari e mezzi per garantire un importante supporto al regolare svolgimento degli eventi pubblici.

Si ricorda che da un anno è operativo il canale Telegram del Comune di Reggio che permette di ricevere informazioni e allerte meteo in tempio reale. Gli iscritti a questo servizio di pubblica utilità sono già più di 1500.

 

Info: http://www.comune.re.it/telegram e http://iononrischio.protezionecivile.it/