Home Formigine Tombe di epoca basso-medievale emergono dagli scavi di Colombaro

Tombe di epoca basso-medievale emergono dagli scavi di Colombaro

A Colombaro, nell’area di pertinenza comunale adiacente alla Chiesa di S. Giacomo Maggiore, si stanno concludendo le indagini archeologiche, che hanno consentito di individuare un grande complesso architettonico di epoca basso-medievale, riferibile all’antico monastero-ospitale di Colombaro, risalente al XII-XIII sec., ed evidenziarne la planimetria pressoché completa.

Le indagini, che rientrano nella procedura di verifica preventiva dell’interesse archeologico, condotte sul campo da parte degli archeologi della ditta ArcheoModena, sotto la direzione scientifica della Soprintendenza  Archeologia, belle arti e paesaggio per la città metropolitana di Bologna e le province di Modena, Reggio Emilia e Ferrara, hanno riguardato l’area antistante la chiesa di Colombaro e l’area interessata dal progetto di una strada comunale, che dalla via Sant’Antonio darà accesso all’edificio polifunzionale parrocchiale in corso di costruzione.

Nel 2016 gli scavi archeologici, condotti nell’area parrocchiale, avevano portato al rinvenimento di alcune strutture murarie in ciottoli fluviali pertinenti alle fondazioni della parte meridionale del complesso architettonico. Gli scavi avevano messo in luce anche i resti di una fornace di epoca rinascimentale per la produzione di laterizi (mattoni e coppi).

La prosecuzione delle indagini, condotte in estensione nel 2017 nell’area comunale, ha in riportato alla luce l’intera porzione occidentale del complesso ed il lato settentrionale, affacciato una strada acciottolata che consentiva l’accesso diretto alla chiesa da parte dei pellegrini di passaggio. Nonostante la massiccia opera di demolizione subita in antico dalle strutture murarie, i resti delle porzioni fondali medievali rimaste nel terreno permettono una buona lettura delle diverse fasi edilizie che hanno interessato nei secoli l’edificio. Nei giorni scorsi sono inoltre emerse, accanto ad un tratto della strada acciottolata, alcune tombe di epoca basso-medievale: le analisi antropologiche e dei corredi consentiranno di gettare uno sguardo sugli antichi abitanti di Colombaro.

E’ intento dell’’amministrazione comunale promuovere la realizzazione di una pubblicazione scientifica che, oltre ad illustrare i recenti rinvenimenti, consentirà un’analisi completa del complesso del monastero-ospitale di Colombaro. Il prossimo 10 novembre, nell’ambito delle iniziative per il decennale del restauro del castello, che lo ha restituito alla cittadinanza, è prevista una conferenza nella quale gli archeologi illustreranno le ultime campagne di scavo sul territorio comunale.