Home Vignola Spilamberto: presentazione del libro di Laura Balboni e Paolo Corradini sulla Rocca

Spilamberto: presentazione del libro di Laura Balboni e Paolo Corradini sulla Rocca

Verrà presentato venerdì 17 novembre, alle 17, allo Spazio Eventi L. Famigli, il libro dedicato alla Rocca Rangoni di Laura Balboni e Paolo Corradini dal titolo “Rocca Rangoni a Spilamberto. Storia e destino di una fortezza” (Maggioli, Santarcangelo di Romagna 2017; 388 pagine; 21×25 cm; acquistabile online: http://www.maggiolieditore.it/rocca-rangoni-a-spilamberto.html).

Programma: alle 16.45 registrazione dei partecipanti; alle 17, saluti istituzionali con Umberto Costantini, Sindaco di Spilamberto e Simonetta Munari, Assessore alla Cultura.

A seguire introduzione di Luigi Malnati Soprintendente Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per la Città metropolitana di Bologna e le province di Modena, Reggio Emilia e Ferrara e interventi degli autori. Ore 18.15 dibattito. Visite guidate alla Rocca alle 16 ed alle 18.45 (durata mezz’ora). Prenotazione delle visite entro il 13 novembre.

Il volume  raccoglie gli esiti delle ricerche di dottorato dei due autori (Dottorato in Conservazione dei Beni Architettonici, Politecnico di Milano). Gli studi riprendono il filo rosso tessuto dalla “ampagna di indagine” coordinata dalla prof.ssa Carolina Di Biase, che il Comune di Spilamberto, dopo aver acquisito nel 2005 la fabbrica appartenuta per secoli alla famiglia Rangoni, ha affidato nel 2006 al Dipartimento di Architettura e Studi Urbani (ex DiAP) del Politecnico di Milano.

Nuovi apporti documentari – in particolare i documenti consultati presso l’archivio privato Rangoni, inaccessibile fino al 2009 – e nuove osservazioni in situ, hanno consentito di proseguire e approfondire le precedenti indagini, avanzando nuove risposte e interpretazioni ai quesiti che erano rimasti  aperti, e che sono presentate nei diversi capitoli del libro. Ulteriori contributi sono emersi dallo studio di altri complessi architettonici cronologicamente e geograficamente vicini, o legati ai membri e ai diversi rami della famiglia Rangoni.

Il volume offre quindi uno “stato dell’arte” e un approfondimento sull’importanza testimoniale, culturale, economica del complesso monumentale della Rocca Rangoni, inquadrando la vicenda nel racconto della storia di questo territorio, con lo scopo di raccogliere un patrimonio di conoscenze per indirizzare un processo finalizzato alla tutela, al riuso e al reinserimento nella vita della comunità della fabbrica.

L’evento è accreditato come corso di formazione per gli Ordini di Architetti ed Ingegneri.