Home Appennino Reggiano Gli Asteroidi al Cinema Teatro Bismantova: domenica 3 dicembre incontro con il...

Gli Asteroidi al Cinema Teatro Bismantova: domenica 3 dicembre incontro con il regista Maccioni e il produttore Olgiati

Un appuntamento speciale al Cinema Teatro Bismantova nei prossimi giorni: da sabato 2 dicembre a lunedì 4 dicembre è infatti in programmazione (sempre alle ore 21) il film “Gli Asteroidi”, di Germano Maccioni, regista bolognese che ha realizzato, tra altri lavori, anche il documentario su Giovanni Lindo Ferretti, Fedele alla Linea, interamente ambientato sul territorio appenninico.

Nella giornata del 3 dicembre si terrà un evento con la partecipazione dello stesso regista del produttore Ivan Olgiati: dalle ore 19.30 si potrà partecipare a un aperitivo nel foyer del teatro Bismantova, e alle 20.30, prima della proiezione, Maccioni e Olgiati dialogheranno con il pubblico in sala per presentare il film. L’iniziativa è organizzata dall’Associazione Teatro Aperto, in collaborazione con Teatro Bismantova e con il Patrocinio dell’Assessorato alla Cultura.

Gli Asteroidi parla di Pietro, che ha perso il padre e non si interessa più a nulla. Le uniche compagnie gradite sono quelle di Cosmic, bizzarro amico ossessionato dallo spazio, e di Ivan, che ruba candelabri nelle chiese per conto del sordido Ugo. Tre ragazzi a cui la buona sorte ha da tempo voltato le spalle. Teatro delle azioni di Pietro, Ivan e Cosmic è l’Emilia-Romagna postindustriale, in cui della gloria operaia che fu restano solo brandelli e detriti, quel poco che è sfuggito alla furia distruttrice della globalizzazione galoppante. Insegne del Pci che non si accendono, o fabbriche di cialde, che del caffè e dell'”italianità” conservano giusto il profumo. Le generazioni dei padri venerano il posto di lavoro anche se ne sono stati schiavi, mentre quelle dei figli non sanno cosa farsene, vista l’assenza di prospettive.

Si tratta dell’approdo al lungometraggio per Maccioni, dopo le importanti esperienze di cortometraggi e documentari. Il film presenta per la prima volta sullo schermo giovani attori non-professionisti, affiancati dal talento di Pippo Delbono e Chiara Caselli.