Home Modena Superzampone, ospiti e pubblico da record a Castelnuovo Rangone

Superzampone, ospiti e pubblico da record a Castelnuovo Rangone

Da Gianfranco Vissani a Luca Toni, passando per il Maestro Leone Magiera e l’editorialista del Corriere della Sera Antonio Ferrari: dalla cucina stellata allo sport fino al mondo della cultura, il Superzampone si conferma un’eccellenza che richiama altre eccellenze.

Grazie anche ad un meteo particolarmente clemente e al bel sole che ha caratterizzato la giornata, la manifestazione castelnovese ha vissuto un successo di pubblico da record, che ha reso questa ventinovesima edizione una delle più partecipate di sempre.

Non da record il peso dell’insaccato, che ha comunque raggiunto la quota significativa di 750 chilogrammi, sufficienti per sfamare, da mezzogiorno in poi, il folto pubblico accorso in paese: l’onore del primo taglio è toccato a Massimo Paradisi, al debutto come “sindaco del Superzampone” e al campione del mondo Luca Toni che, da residente montalese, al Superzampone gioca in casa.

Tantissime le persone presenti a Castelnuovo già dalla mattina, attirate dalle numerose iniziative che hanno offerto un contorno mai così interessante e variegato alla manifestazione principale: i mercatini tematici con dimostrazioni dal vivo, lo street food con specialità del territorio, i produttori delle zone colpite del sisma del 2016, la musica della Girlesque Street Band, gli artisti e gli acrobati del Gruppo-Zero Show. Oltre agli appuntamenti dedicati ai più piccoli, come il taglio del Minizampone con i bambini delle scuole elementari di Castelnuovo e Montale, i “Maestri Salumieri di domani”.

Tantissimi anche gli ospiti sul palco: oltre ai già citati Vissani, Toni, Magiera e Ferrari, il montalese Ernesto Marinelli, direttore sportivo della Ducati Superbike, Francesco Villa, pilota di moto e costruttore castelnovese, il cantante Francesco Bellucci, le giovani pallavoliste della Master Servizi Castelnuovo Rangone.

Nutrita anche la rappresentanza istituzionale, con la presenza dei sindaci dei Castelnuovo d’Italia uniti nel “Patto di Fratellanza”. A coordinare la lunga manifestazione Enrico e Sandro de  “La Strana Coppia” con Stefano Bortolamasi, che ha raccolto dall’indimenticato papà Sante il testimone organizzativo dell’evento, insieme ai rappresentanti dell’Ordine dei Maestri Salumieri.

“Queste manifestazioni – ha rimarcato Vissani – sono il nostro patrimonio, il patrimonio dell’Italia: dobbiamo difenderle e promuoverle”.

“Il gran numero di visitatori – ha sottolineato il sindaco Massimo Paradisi – che ha voluto festeggiare insieme a noi testimonia il carattere genuinamente popolare del nostro Superzampone. È questo il nostro modo per riconoscere l’identità di un territorio e per raccontarla all’esterno: ed è per questo che desidero ringraziare, a nome di tutta la comunità, le tante persone che, a diverso titolo, ogni anno ci consentono di organizzare una manifestazione davvero unica“.