Home Appennino Modenese Chirurgia di Pavullo: al via la fase due

Chirurgia di Pavullo: al via la fase due

È partita oggi la seconda fase del progetto di potenziamento dell’attività chirurgica nell’Ospedale di Pavullo, che vede l’aggiunta di un’altra seduta settimanale – questa volta per interventi in regime di ricovero ordinario o one day surgery – svolta dall’équipe chirugica dell’Ospedale di Sassuolo in collaborazione con i professionisti del blocco operatorio di Pavullo, anestesisti, infermieri e Oss.

Un rilancio dell’attività che ha l’obiettivo di far lavorare a pieno regime la piattaforma chirurgica di Pavullo, le cui sale operatorie saranno peraltro oggetto di ristrutturazione ed adeguamento tecnologico, garantendo una maggiore offerta sul territorio, per interventi programmati più complessi, tecnicamente e recnologicamente avanzati.
In tutto sono quattro le sedute aggiuntive previste nel progetto approvato dalla Conferenza Territoriale Socio Sanitaria della Provincia di Modena, per un totale di circa 600 interventi in più all’anno (+25%), una volta completato l’intero percorso: con i primi mesi del 2018 arriverà infatti la terza seduta, mentre la quarta permetterà di incrementare l’attività dell’Unità Operativa di Ortopedia presso l’Ospedale di Pavullo.
Come ricordato, questo investimento permetterà di avere a disposizione per l’Ospedale di Pavullo personale aggiunativo, ed in particolare un medico ortopedico, un medico anestesista, oltre a quattro infermieri di sala operatoria e un OSS, a beneficio dell’assistenza sanitaria alla popolazione dell’Alto Frignano.
“Nell’immediato questa operazione consente un utilizzo più appropriato delle risorse e contribuisce alla riduzione delle liste d’attesa per gli interventi chirurgici – spiega Elis Sacchi, Direttore del Dipartimento Attività Chirurgiche dell’Azienda USL di Modena –. L’obiettivo è un rilancio e una riqualificazione dell’Ospedale di Pavullo come elemento fondamentale della rete territoriale”.

Sono partiti invece il 30 novembre i lavori di ampliamento della sala d’attesa del Pronto Soccorso, con completamento previsto entro metà dicembre, finalizzati a migliorare gli spazi attualmente a disposizione attraverso opere di manutenzione interna, fino all’avvio dei lavori di completa ristrutturazione che sono in fase di sviluppo progettuale.