Home Bologna Ruscigno, consigliere delegato alla Scuola sulla nuova protesta degli studenti dell’Istituto Agrario...

Ruscigno, consigliere delegato alla Scuola sulla nuova protesta degli studenti dell’Istituto Agrario Serpieri

In riferimento alle recenti richieste provenienti dai rappresentanti degli studenti di alcuni istituti di Bologna, mercoledì scorso ho chiesto di incontrarli nella sede della Città metropolitana di Bologna.

La delegazione, che aveva reso pubblico pochi giorni prima un documento con alcune richieste relative a problemi di infiltrazioni e di riscaldamento in alcune scuole di Bologna ha potuto illustrare i temi ed interagire con i i tecnici della Città metropolitana di Bologna e l’azienda che ha in appalto la gestione calore, presenti all’incontro.

È stato spiegato che alcuni interventi erano in corso – precisandone anche i dettagli – e altri già previsti, mentre sulla gestione calore è stata richiesta una verifica all’azienda, anche introducendo nuovi sistemi di rilevazione puntuale delle temperature nelle porzioni degli edifici più critici.

È stato concordato di produrre un documento riassuntivo del dettaglio degli interventi, documento che è in corso di redazione da parte degli uffici e che, come richiesto, sarà reso pubblico non appena disponibile.

In particolare sull’Istituto Agrario Serpieri, oggetto di una iniziativa studentesca questa mattina, si anticipa che è stato eseguito un primo lavoro urgente di pulizia gronde e tetto dalle foglie (585,60 euro) ed è previsto entro dicembre un ulteriore intervento per il rifacimento delle lattonerie oggetto di furto (4.087 euro).

Inoltre nel corso del 2017, per il Serpieri, sono stati eseguiti anche i seguenti interventi di manutenzione ordinaria:

• eliminazioni infiltrazioni sui coperti 1.195,60 euro
• riparazione porte REI 577,67 euro
• pulizia grondaie edifici vari 890,60 euro
• potatura rami pericolosi 915,00 euro
• riparazione perdita acqua azienda agraria 3.689,28 euro
• verifica statica ginko Biloba 305,00 euro
oltre a lavori di adeguamento antincendio nella quota parte di un progetto dedicato da circa 200.000 euro.
Per quanto riguarda i problemi segnalati per il riscaldamento, la ditta Engie ha già provveduto ad effettuare vari interventi necessari al ripristino delle condizioni di temperatura richieste per legge, segnalando anche alla delegazione degli studenti le varie problematiche legate alla taratura automatica degli impianti quando avvengono variazioni repentine di temperatura.

Rimango a disposizione per qualsiasi chiarimento e/o ulteriore incontro specificando che l’interlocutore primario restano i dirigenti scolastici e gli organi d’istituto ma, se richiesto, è possibile organizzare sessioni ravvicinate di confronto congiunto per unire la volontà di tutti (studenti, scuola, istituzioni), che sono convinto essere quella di risolvere i problemi e non di perdere preziose ore di didattica.