I sindaci dell’Unione Comuni Modenesi Area Nord danno il via all’ampliamento del sistema di videosorveglianza

Nei giorni scorsi la Giunta dell’Unione Comuni Modenesi Area Nord ha approvato la prima parte di un progetto di potenziamento della videosorveglianza, che mira ad omologare il linguaggio di tutte le telecamere presenti nei sette comuni dell’Unione che aderiscono all’iniziativa. Al termine della prima fase del progetto il numero di telecamere aumenterà da 174 a 294 e tutti i dispositivi utilizzeranno lo stesso linguaggio. In questo modo la centrale operativa del Corpo Intercomunale di Polizia Municipale dell’Unione, con sede a Mirandola, potrà mettersi in collegamento con tutte le videocamere dei sette comuni aderenti.

 

La seconda fase del progetto, non ancora approvata, prevede l’installazione dei varchi per la lettura delle targhe degli autoveicoli. La creazione di questa rete potenziata di videosorveglianza vedrà il suo completamento entro l’anno 2018.

Insieme ai progetti inerenti al controllo di vicinato ed agli assistenti civici, quella del potenziamento della videosorveglianza è una delle principali misure adottate dall’Unione sul tema della sicurezza.