Ancora incidenti con cinghiali: si invita alla massima attenzione, sia nel territorio sassolese che sull’altra sponda del Secchia

Continuano le segnalazioni di avvistamenti di cinghiali sulla sponda sassolese e sulla sponda reggiana del fiume Secchia. Anche questa mattina è stata segnalata la presenza di un cinghiale morto verosimilmente investito da un’auto, anch’esso come il precedente in territorio di Casalgrande, e successivamente oggetto di predazione.

Giovedì scorso, in continuità con le azioni di controllo già intraprese nel corso dell’ultimo anno, l’Amministrazione comunale ha promosso un ulteriore incontro di coordinamento con la Polizia provinciale e l’ATC MO2; un incontro servito a fare il punto della situazione  durante il quale è emerso che la presenza di cinghiali è numerosa, su entrambe le sponde del fiume Secchia. È stata evidenziata la continua crescita del numero di esemplari negli ultimi anni e, con essa, il rischio di incidenti soprattutto durante le ore notturne quando gli animali si allontanano dalla vegetazione in cerca di cibo. Presenza ampiamente distribuita sia nel territorio sassolese che sull’altra sponda del Secchia, nei territori di Casalgrande e Castellarano. Nel corso del tempo è, di contro, diminuita la propensione a segnalare da parte degli automobilisti avvenuti scontri con esemplari di fauna selvatica, anche a causa della difficoltà di arrivare ad un risarcimento danni.

Si invita dunque la cittadinanza a prestare attenzione, soprattutto nelle ore notturne, segnalando incidenti o avvistamenti di cinghiali o di altra fauna selvatica, come sta avvenendo nelle ultime settimane, alle autorità preposte di Sassuolo, Casalgrande e Castellarano. Apposita segnaletica è presente ed invita all’attenzione e a moderare la velocità visto il rischio di attraversamento di animali.