Scandiano: celebrata nel cimitero ebraico la “Giornata della memoria”

Si è svolta questa mattina nel cimitero degli ebrei la tradizionale cerimonia con cui Scandiano commemora le vittime della Shoah, e rende omaggio alla comunità ebraica che per secoli ha segnato la vita della città: l’Amministrazione comunale era rappresentata dal Sindaco Alessio Mammi e dall’assessore ai saperi Alberto Pighini, che dopo la deposizione di una corona di fiori hanno preso la parola rivolgendosi in particolare ai ragazzi della secondaria “Vallisneri”: Gli alunni hanno partecipato all’iniziativa accompagnati dai loro docenti e hanno eseguito brani musicali sotto la direzione di Grazia Bartoli, insegnante di musica. Oltre alle autorità erano presenti anche diversi cittadini.

La mattinata, fa parte del programma 2018 di “Scandiano (R)esiste”, ciclo dedicato alla memoria, organizzato dal Comune in collaborazione con associazioni e scuole: un programma che è iniziato il 3 gennaio con la commemorazione dei martiri di Fellegara – quattro giovani partigiani trucidati dalla Brigata Nera le notte fra il 2 e 3 gennaio 1945 – e arriverà fino al 25 luglio (caduta del fascismo nel 1943) con una pastasciutta anti-fascista a Ca de’ Caroli, comprendendo il Giorno del ricordo (10 febbraio) e la festa della Liberazione (il 25 aprile) A momenti istituzionali si affiancheranno come sempre iniziative di carattere teatrale e cinematografico, incontri con esperti, visite (doppie in alcuni casi: di giorno per le scuole e la sera per la cittadinanza). Fra gli altri appuntamenti: la proiezione di “La signora dello zoo di Varsavia” (29 gennaio per le scuole, 31 per tutti); una relazione e una proiezione sulle foibe al “Gobetti” il Giorno del ricordo (10 febbraio); la testimonianza degli studenti tornati dai “Viaggi della memoria” Istoreco (12 aprile); lo spettacolo itinerante “Ricordi liberati”, del Centro teatrale MaMiMò (vie cittadine, sera del 24 aprile); la “biciclettata resistente” nei luoghi resistenziali (pomeriggio del 25 aprile).