Casalgrande: nuovi sconti sulla Tari

Tassa sui rifiuti più bassa per associazioni di volontariato e di promozione sociale: il consiglio comunale di Casalgrande ha approvato ieri sera un’importante agevolazione sulla Tari già a partire dall’anno 2018, in particolare a favore dell’associazionismo ricreativo e sportivo attivo sul territorio del comune di Casalgrande.

 

Il testo. Recita infatti il nuovo regolamento Tari all’art. 9 – Agevolazioni Comma 5: “Nell’ambito delle utenze non domestiche (Categorie 1 “… associazioni, …” e 4“…impianti sportivi”), è applicata una riduzione pari al 50%, sia per la quota fissa che per la quota variabile della tariffa, alle organizzazioni di volontariato iscritte nei registri di cui alla legge 11 agosto 1991, n. 266, e alle associazioni di promozione sociale iscritte nei registri nazionali, regionali previsti dall’articolo 7 della legge 7 dicembre 2000, n. 383 – che non abbiano per oggetto esclusivo o principale l’esercizio di attività commerciale”. L’agevolazione è riconosciuta per l’intero anno se gli enti in parola risultano essere iscritti almeno al 31 dicembre dell’anno stesso.

I vantaggi. L’assessore al bilancio e allo sport, Marco Cassinadri, spiega la ratio delle modifiche apportante: “L’amministrazione riconosce – spiega Cassinadri – il ruolo importantissimo del volontariato per il funzionamento delle politiche sociali a livello locale. Vogliamo dare valore e dare concreto appoggio al mondo del volontariato e del terzo settore, in ossequio al principio di sussidiarietà orizzontale inteso come integrazione e supporto ai servizi propri dell’amministrazione comunale che rappresenta uno dei cardini del modo di operare di questa amministrazione. Il tutto nella logica di ‘semplificare’ ed aiutare nel concreto l’attività delle associazioni iscritte negli appositi albi con le quali nel corso degli anni si sono perfezionale collaborazioni sia in ambito sociale che sportivo. Si tratta inoltre – conclude Cassinadri – di un’agevolazione a ‘burocrazia zero’ in quanto verranno individuati i soggetti beneficiari (associazioni e organizzazioni) direttamente dagli appositi registri nazionali e regionali da parte del Settore tributi e comunicati a Iren”.

Le associazioni saranno informate direttamente di tutte le novità riguardanti la Tari.