Novellara: ubriaco minaccia barista. I carabinieri gli trovano in tasca un paio di forbici

La sua colpa è stata quella di trovarsi dietro al banco del bar e ritrovarsi dall’altra parte un cliente che, già evidentemente ubriaco, si è visto negare la somministrazione di altre bevande alcoliche. Tanto è bastato per mandare su tutte le furie un 22enne residente a Novellara che ha incominciato ad inveire contro l’esercente proferendo nei suoi confronti anche minacce. Scatti d’ira quelli del giovane che hanno visto l’impaurito barista  richiedere l’intervento dei carabinieri della stazione di Novellara che a conclusione degli accertamenti hanno denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Reggio Emilia il 22enne con le accuse di minaccia e porto abusivo di armi.

 

Al giovane infatti, pur non avendole tirate fuori durante la sua sfuriata, i carabinieri della stazione di Novellara hanno anche sequestrato un paio di forbici che il ragazzo è risultato avere al seguito nella tasca dei pantaloni indossati. E’ accaduto l’altro pomeriggio quando una pattuglia della stazione di Novellara interveniva in un bar del centro di Novellara dove l’esercente aveva richiesto l’intervento per la presenza di un cliente che lo stava minacciando perché non gli somministrava alcolici cosa che non poteva certamente fare visto lo stato di manifesta ubriachezza evidenziato dal cliente. Sul posto i carabinieri accertavano la presenza del cliente identificato in un 22enne di Novellara che alla vista dei militari non opponeva resistenza fornendo le sue generalità. Il ragazzo, terminate le procedure di identificazione, veniva quindi sottoposto ai rituali controlli che portavano ad accertare il possesso da parte di questi dio un paio di forbici che occultava nella tasca dei pantaloni indossati. Date le circostanze di tempo e di luogo che non potevano certo giustificare il possesso di quanto rinvenuto, il giovane veniva condotto in caserma dove i carabinieri procedevano a sequestrargli le forbici denunciandolo per porto abusivo  di armi e per minaccia.