Si schianta su guardrail, guidava ubriaca: denunciata a Castellarano

Poco dopo le 4,00 di ieri notte, una pattuglia della stazione di Castellarano notava lungo via Per Baiso del comune di Castellarano, una Ford Fiesta con alla guida una donna che si trovava ferma a fari spenti al centro. Avvicinata dai carabinieri la donna ripartiva bruscamente, per poi arrestarsi immediatamente dopo. Tale condotta di guida proseguiva per qualche decina di metri e successivamente i militari, nel tentativo di sorpassare l’auto, rischiavano di essere speronati. Quando finalmente i militari riusciva a far arrestare il mezzo, la donna presentava le evidenti sintomatologie dall’uso smodato di bevande alcoliche, maggiormente evidenti una volta che la stessa scendeva dall’auto in quanto a stento si reggeva in piedi.

L’autovettura presentava una evidente ammaccatura sul cofano motore ricondotta, come ammesso dalla stessa conducente, al fatto che poco prima la stessa aveva perso il controllo del mezzo schiantandosi contro il guardrail. Alla luce di quanto sopra la donna veniva sottoposta all’accertamento dell’alcoltest che rilevava un tasso alcolico pari 1,70 g/l nella prima prova e 1,95 nel secondo esame. Suffragato inequivocabilmente lo stato d’ebbrezza gli operanti procedevano con le contestazioni del caso e la stesura dei relativi verbali. Durante le procedure finalizzate ad accertare il tasso alcolico la donna minacciava i carabinieri di gettarsi a terra per poi fingere di essere stata picchiata offendendo gli operanti con vari epiteti. Dalle parole passava ai fatti gettandosi a terra urlando di essere stata picchiata per poi desistere da ulteriori intenti una volta accortasi che i carabinieri stavano filmando la sua condotta. Seppur a fatica i carabinieri riuscivano a procedere alle contestazioni del caso denunciando la donna, una 50enne abitante a Carpineti, alla Procura reggiana, per  reati di guida in stato d’ebbrezza e resistenza a pubblico ufficiale.