Ricostruzione post sisma. Riapre al culto, dopo il sisma del 2012, la chiesa di Santa Maria Annunciata a Brugneto di Reggiolo

Restituita alla comunità la chiesa di Santa Maria Annunciata a Brugneto di Reggiolo (Re). Lo storico edificio che risale al XIII secolo, luogo di culto e importante bene artistico lesionato dal sisma del 2012, riapre definitivamente al culto, dopo i lavori di consolidamento e restauro resi possibili da uno stanziamento di quasi 840mila euro, attraverso il Programma delle opere pubbliche e dei beni culturali reso disponibile dal Commissario delegato alla ricostruzione, epresidente della Regione, Stefano Bonaccini.

Il complesso parrocchiale sarà inaugurato nel pomeriggio di oggi, con la celebrazione di una messa solenne di ringraziamento celebrata da sua eminenza monsignor Massimo Camisasca, vescovo della diocesi Reggio-Guastalla, alla presenza del sindaco Roberto Angeli e dell’assessore regionale all’Ambiente, Paola Gazzolo.

“Siamo orgogliosi di aver contribuito a ridare ai cittadini un luogo simbolo della loro comunità- commenta l’assessore Gazzolo-  e di vedere rinascere i centri storici, a partire proprio dalle loro chiese.  L’inaugurazione della Beata Vergine della Madonna dello Spino è un bell’esempio del lavoro di squadra di tecnici, amministratori e istituzioni religiose, al quale la Regione è orgogliosa di aver contribuito”.

I lavori di recupero dell’edificio hanno previsto interventi di miglioramento sismico sulle murature e sulla copertura, oltre al restauro degli affreschi.