Diversi controlli sulle arterie stradali della provincia di Reggio durante lo scorso fine settimana

Durante lo scorso fine settimana, personale della Polizia Stradale della locale Sezione e dei Distaccamenti di Guastalla e di Castelnuovo né Monti hanno proceduto ad effettuare diversi controlli sulle arterie stradali della provincia, hanno rilevato numerose infrazioni al codice della strada, soprattutto dovute al mancato utilizzo delle cinture di sicurezza ed all’utilizzo degli apparecchi telefonici durante la guida.

Il personale del Distaccamento di Guastalla ha proceduto al controllo di un veicolo industriale in Montecchio Emilia, lungo la S.P. 28, constatando la manomissione del cronotachigrafo da parte del conducente. Gli agenti operanti rilevando una incongruenza dalla lettura dei dati forniti dal dispositivo di registrazione, procedevano ad un approfondito controllo tecnico dello stesso presso un’officina autorizzata, al termine del quale si rilevava la presenza di un circuito elettrico collegato con un ricevitore a quello principale. L’artifizio permetteva al conducente di variare sul disco cronotachigrafo l’esatta indicazione dei tempi di guida e dei previsti periodi di riposo, contravvenendo la vigente normativa e mettendo a rischio la propria e l’altrui incolumità. Al conducente, un trentottenne dipendente di una ditta con sede in questa provincia, è stata ritirata la patente di guida e comminata una sanzione di 1.698,00 euro, con la decurtazione di 10 punti dalla patente di guida, mentre l’apparecchiatura è stata sottoposta a sequestro.

Il personale del Distaccamento di Castelnuovo né Monti, invece, domenica sera interveniva per i rilievi tecnici in un incidente stradale verificatosi lungo la strada provinciale 51 in Villalunga di Casalgrande tra una moto ed un’autovettura. Nel corso degli accertamenti gli operatori hanno appurato che il centauro, un quarantatreenne residente a Sassuolo, nel frattempo trasportato al Pronto Soccorso del locale arcispedale S.M.N. a seguito delle lesioni riportate, era sprovvisto della patente di guida ritiratagli qualche giorno prima perché sorpreso a guidare in stato di ebbrezza. Sul motociclo nel corso della verifica della regolarità dei documenti gli agenti hanno rinvenuto tra gli stessi, un involucro in cellophane del peso complessivo di 14 grammi, contenete sostanza, risultata essere hashish. L’uomo è stato segnalato alla Autorità Giudiziaria per detenzione di sostanza stupefacente, mentre il motociclo è stato sottoposto a fermo amministrativo.